Editoriale

How I met our Overwatch

In un momento imprecisato del 2015, durante una normale conversazione fra amici spunta fuori il nome della nostra amata (e a volte odiata) Blizzard. La discussione verteva principalmente su quanto la famosa casa produttrice si cullasse sulle calde braccia di World of Warcraft, senza produrre titoli nuovi da ormai diversi anni. Essendo solo dei videogiocatori, ci siamo limitati a fare speculazioni ...

Mobile vs console portatili: tablet e smartphone alla riscossa!

Sono anni ormai che assistiamo ad un mercato molto incerto nel mondo delle console portatili, nate con una funzione ben diversa da quelle delle console fisse, ma destinate a completare quell’esperienza videoludica nata e coltivata in primis dentro le mura domestiche e pronta ad essere portata fuori casa con piena mobilità. Iniziamo facendo un salto indietro nel tempo, per arrivare proprio ne...

Yakuza, un chiaro esempio di occidentalizzazione sopraffina

L’evoluzione è un concetto che ha caratterizzato l’umanità sin dai tempi della preistoria: sin da quando il fuoco era una novità e non una consuetudine, sin da quando le religioni si stavano intersecando nella vita quotidiana e sin da quando la caccia alle strege era un pò come quella al cinghiale di oggi, con la piccola differenza che le vittime, tra tutte l’eroina Giovanna d...

La svolta di Ubisoft: dall’involuzione alla rinascita

Ah, la cara vecchia (e bistrattata) Ubisoft! La nota compagnia francese, diffusa ormai in gran parte del mondo grazie ai numerosi studi di sviluppo aperti, si appresta ad affrontare il 2017 con una serie di titoli, sia nuove IP che noti franchise, i quali potrebbero riservare grandi sorprese per i videogiocatori. Allora perché bistrattata? Negli ultimi anni, Ubisoft è stata largamente criticata da...

In-Utilità dei porting e delle remastered

Negli ultimi anni sono sempre di più le software house che decidono di riproporre edizioni rimasterizzate e porting dei propri giochi, adeguandoli così al costante cambio generazionale di console e PC. Proprio a tal proposito una domanda che si pongono da molto tempo tutti i videogiocatori è la seguente: “Ha davvero senso continuare a sfornare porting e remastered dei videogiochi campioni d’...

Distopia: arte assoluta o giustificazione di un cliché?

Col passare del tempo, aumentano sempre di più i videogiochi che descrivono in essi delle società diverse, malate, dove le regole da seguire per rimanere a galla sono fuori da ogni logica morale; in una parola: distopiche. In parole povere, si tratta di situazioni, luoghi e società, che sono esattamente l’opposto di quelli ideali. Il potenziale di questo tipo di titoli è enorme: in un videog...

2017: l’anno delle “Grandi Speranze”

Arriva il primo gennaio, ed ecco che il 2016 se ne va senza salutare. Lentamente, ci riprendiamo tutti dalla sbornia del Capodanno e iniziamo a pensare ai mille modi in cui potremmo smaltire nei prossimi mesi i chili in più causati dai pranzi di Natale preparati da mamma e nonna. Ma per i videogiocatori le dinamiche sono un po’ diverse: i più fortunati si godono i regali ricevuti (certo, si ...

Best Moments 2016, tra pandori e luci colorate

Finalmente ci siamo, ed il 2016 sta terminando… probabilmente state leggendo queste righe seduti accanto al caminetto, tra il caos generale dei preparativi natalizi dell’ultimo momento. Pandori e panettoni riempiono gli scaffali di casa, l’albero in soggiorno si illumina ad intermittenza, facendo riflettere su tutte le pareti quegli svariati colori, e perché no, magari siete tra ...

I suoni della città e gli RpG

Sono seduto su una panchina della stazione Tiburtina di Roma. Fa sufficientemente freddo, è pieno pomeriggio, attendo il treno ed intorno a me c’è un via vai di persone che pare interminabile. Mi piace ascoltare il suono della città: contiene sempre ottimi spunti per riflessioni che magari, seduto in una stanza, non avresti avuto. Si libera un posto accanto al mio ed un ragazzo sui quindici ...

Resident Evil VII: la paura fa 90

Resident Evil è ormai una saga che ha segnato una vera e propria generazione. Le opere Capcom hanno accompagnato moltissimi giocatori fin dai tempi della PlayStation 1 e, negli anni, il team di sviluppo ha provato a modificare il brand, rendendolo molto meno horror rispetto ai primi capitoli e maggiormente action. In questo modo sono stati creati titoli che, rispetto ai loro predecessori, avevano ...

Death Stranding: Hideo Kojima is back

Esattamente un anno fa scadeva ufficialmente il contratto di Kojima con Konami, venendo a creare successivamente questo enorme scompenso nell’industria videoludica come l’abbiamo conosciuta finora. Secondo la software house nipponica, la dipartita del team di sviluppo e del game designer della celebre saga di Metal Gear è dovuta ad “una ristrutturazione che impone la centralizzaz...

  • 1
  • 2
  • 5

Lost Password

Sign Up