Hands On The Wardrobe – Milan Games Week 2016

the_wardrobe_3

Ci sono mille modi per creare un buon gioco, ma per farne uno davvero indimenticabile c’è bisogno di un ingrediente fondamentale: la voglia di osare. Ed è quello che ha fatto Francesco Liotta della CINIC Games con la sua creazione The Wardrobe, avventura grafica in 2D distribuita da Adventure Productions. Stiamo parlando di un prodotto 100% italiano e 100% indipendente, di cui siamo riusciti ad avere un piccolo assaggio durante la GamesWeek di Milano. Abbiamo avuto anche la possibilità di intervistare lo stesso creatore, Francesco Liotta, scoprendo alcuni elementi fondamentali del titolo. Trovate l’intervista qui sotto. Ma ora cominciamo la nostra breve analisi della demo di The Wardrobe. Siete pronti?

the_wardrobe_4

Il protagonista di questa storia è Skinny, un ragazzino come tanti altri ma con una piccola particolarità: è morto. Infatti ha le fattezze di uno scheletro, coperto solo da una consunta felpa verde, e vaga per gli ambienti del gioco con un’aria apatica, sempre pronto a rivolgere frasi sarcastiche sia agli altri personaggi, sia al giocatore stesso. Infatti capita spesso che Skinny sfondi la quarta parete, suggerendo indizi, svelando poco a poco il suo background o semplicemente insultando. Gli scenari possono essere esplorati e analizzati grazie al tradizionale sistema “punta e clicca”, che farà felici i veterani delle avventure grafiche, e ogni oggetto verrà riposto in un particolare inventario, ovvero il torace di Skinny. 

the_wardrobe_2

C’è da dire che non tutti gli oggetti cliccabili saranno fondamentali per la risoluzione dei rompicapi. Al contrario, molti di loro saranno delle citazioni ad altri videogiochi, film o famosi elementi appartenenti alla cultura pop. Quello che può sembrare un difetto, che potrebbe rallentare lo svolgimento del gioco, è in realtà uno dei motori principali dell’intrattenimento di The Wardrobe: quasi nessuna delle citazioni è palese e la loro caccia diventa parte integrante del gameplay. Non si può fare a meno di ridere o sospirare nostalgicamente dopo ogni clic. Negli ultimi anni, i videogiochi ricorrono spesso al citazionismo, probabilmente a causa della forte carenza di idee, e molto spesso questo continuo rimando ad altre opere può risultare fastidioso. Ma è proprio qui che si cela il coraggio di The Wardrobe, nel prendere una forma di intrattenimento “facile” e non renderla scontata o inutile agli occhi del giocatore, riuscendo a lasciare le milioni citazioni sempre in secondo piano rispetto alla trama principale, che viene semplicemente arricchita da esse.

Una menzione speciale va al doppiaggio. Siamo di fronte a un lavoro di alta qualità, che non ha nulla da invidiare alle grandi produzioni italiane e straniere. La voce di Skinny, donata dall’attore emergente Federico Maggiore, così sarcastica e sfrontata ci accompagnerà piacevolmente per tutto il gameplay e anche i personaggi più marginali sono stati resi indimenticabili dalle loro fattezze e dalle loro spassose interpretazioni. Di fronte a prodotti di un tale calibro, non possiamo fare a meno che essere fieri dei nostri connazionali. Non vediamo l’ora di poter gustare finalmente la versione definitiva di The Wardrobe.

Tags:

  • Luciana "Svet" Perrucci

    Quando nel 1997 suo cugino le diede per la prima volta il pad (staccato) del Sega Megadrive, la vita di Luciana fu segnata per sempre. Da allora le Barbie e le mini-cucine per bambine diventarono roba da dare ai figli dei vicini di casa, in cambio di qualche cartuccia. Appassionata di avventure grafiche e giochi horror (e nonostante ciò si spaventa anche del rumore della lavastoviglie), Luciana ha l'abitudine di arrabbiarsi molto quando qualcuno le dice frasi come "sei una ragazza, sicuramente non sai giocare". Inutile dire che chi abbia mai osato dire ciò è tornato a casa con qualche arto in meno. A 25 anni, Luciana si appresta a cominciare la magistrale in Traduzione e sogna di diventare una traduttrice di videogames e fumetti. Come se non bastasse, scrive per Game Legends, suona il pianoforte, si impegna nell'organizzazione di fiere e qualche volta riesce anche a dormire!

  • Show Comments (1)

  • Federico Maggiore

    Non avevo mai letto questo articolo, grazie di cuore Luciana “Svet”! Ora goditi pure la versione completa e… ancora più cinica! 😀

You May Also Like

Overwatch

Overwatch: estesa l’Open Beta!

Grandi notizie sono arrivate durante la notte per tutti i giocatori che hanno scaricato ...

PlayStation Plus

PlayStation Plus Bonus compie un anno, ecco le novità

In data odierna attraverso un comunicato stampa, Sony ha svelato le novità in arrivo ...

Tennis Wolrd Tour: il successore spirituale di Top Spin 4 arriva nel 2018

Nella giornata odierna lo sviluppatore Bigben Breakpoint ha annunciato Tennis World Tour, un nuovo gioco di tennis ...