Call of the Sea - Anteprima dell'adventure game dai toni Lovecraftiani

Call of the Sea – Anteprima dell’adventure game dai toni Lovecraftiani

Ecco le nostre prime considerazioni su Call of the Sea, il puzzle-adventure game in prima persona presentato per Xbox Series X.

  • Home
  • Games
  • News
  • Call of the Sea – Anteprima dell’adventure game dai toni Lovecraftiani

L’ultima conferenza di casa Xbox ha portato alla luce un gran numero di progetti interessanti che arriveranno in futuro sulla console di prossima generazione Xbox Series X. Attraverso i diversi trailer e gameplay abbiamo avuto la possibilità di scoprire ulteriori dettagli dei giochi già annunciati in precedenza e di alcune grandi novità, come il nuovo sparatutto horror Scorn o l’attesissimo Vampire: The Masquerade – Bloodlines 2. Tra i titoli presentati c’è anche Call of the Sea, il primo videogioco in lavorazione presso l’esordiente studio di sviluppo Out of the Blue formato da un gruppo di veterani che hanno lavorato precedentemente a titoli dal calibro di Red MatterMetroid: Samus ReturnsDeadlightGyltCelesteGuacamelee 2Spacelords, e pubblicato dello studio di sviluppo indipendente svedese Raw Fury, già precedentemente conosciuto per titoli molto apprezzati dal pubblico come Night Call e Kingdom: Two Crowns. Non abbiamo ancora molte informazioni sul titolo, a parte il trailer gameplay e alcune immagini che sono state rilasciate nel corso dell’Inside Xbox dello scorso 7 Maggio, ma da subito ha suscitato un interesse generale nella community.

Call of the Sea

Call of the Sea è un puzzle-adventure game in prima persona che metterà i giocatori nei panni di Norah, una donna che partirà per un’incredibile avventura alla ricerca di suo marito Harry, sparito nel nulla in una particolare spedizione. Il viaggio alla ricerca di Harry la porterà su una strana e misteriosa isola nel Sud del Pacifico, in cui anche le ultime tracce del marito si interrompono improvvisamente. Il titolo spicca notevolmente rispetto a quelli presentati, grazie soprattutto al suo stile grafico cartoon, ricco di colori accesi e vibranti che vanno decisamente in contrasto con gli altri titoli presentati alla conferenza, caratterizzati principalmente da toni e ambientazioni cupe e inquietanti. Il primo e breve trailer, dalla durata di circa un minuto, ci ha mostrato una grande varietà di scenari in cui il giocatore dovrà muoversi alla ricerca d’indizi. Tra una cascata, una scialuppa di salvataggio e le rovine di una misteriosa civiltà saranno tantissime le avventure da affrontare per riuscire a tornare sulle tracce di Harry.

Un’avventura tra mistero e occulto

Siamo nel 1934. Come già anticipato in precedenza, il titolo mette i giocatori nei panni di Norah, una donna che sarà costretta ad attraversare l’oceano alla ricerca di suo marito Harry, le cui tracce la porteranno su una misteriosa isola paradisiaca. Ispirato a titoli come FirewatchSubnauticaRed MatterMystSoma e Obduction, Call of the Sea è un puzzle-adventure game che promette di essere il titolo perfetto per gli appassionati del genere, oltre che per le persone che vorranno avvicinarsi per la prima volta a questo tipo di videogiochi. Esplorando le diverse e colorate ambientazioni i giocatori scopriranno i resti di un’antica civiltà perduta, i cui segreti sono rimasti nascosti fino al nostro arrivo. La scoperta di questa civiltà occulta cambierà notevolmente il nostro modo di vedere le cose, trasformando la realtà che conosciamo in qualcosa di ben diverso, distorto e surreale. Gli sviluppatori, appassionati di tutto ciò che è soprannaturale e occulto, hanno deciso di puntare molto su questo, ispirandosi allo stile narrativo del celebre scrittore Howard Philips Lovecraft anche se il gioco si terrà ben lontano dai classici canoni horror. Soprattutto la parte finale del trailer, in cui possiamo intravedere due mani palmate, sembra richiamare molto alcune delle storie dello scrittore, il cui stile si è distinto nel corso degli anni proprio a causa di alcuni elementi tipici della sua scrittura, in grado di rendere inquietanti anche le cose più semplici e comuni.

Call of the Sea

L’obiettivo principale del team di sviluppo è quindi anche quello di spingere i giocatori ad interessarsi alla personale storia di Norah e alla sua crescita personale ed emotiva, oltre ad esplorare le colorate e misteriosi ambientazioni, facendo capire ai giocatori che le cose non sono tutte come sembrano. Anche la storia della sua relazione con Harry verrà mostrata attraverso l’uso di flashback, e il team di sviluppo promette una storia d’amore più calma, più profonda e intelligente di quelle che solitamente vengono mostrate all’interno di un videogioco. Oltretutto Norah sarà doppiata dall’attrice Cissy Jones, che gli appassionati degli adventure game ricorderanno sicuramente per la sua meravigliosa interpretazione di Delilah in Firewatch. L’ambientazione anni ’30 e la presenza di una protagonista femminile forte al punto di essere disposta a partire in un lungo viaggio pur di salvare suo marito sembrano promettere l’arrivo di un titolo molto ben curato e intelligente in termini narrativi narrativi, di cui però purtroppo non abbiamo ancora visto abbastanza dal lato puramente tecnico.

Il titolo quindi sembra particolarmente promettente, anche se non abbiamo ancora molte informazioni al riguardo. La prima opera dell’emergente studio di sviluppo Out of the Blue potrebbe effettivamente essere un piccolo gioiello grazie soprattutto all’incredibile cura che gli sviluppatori hanno mostrato voler usare per intrecciare perfettamente le particolarissime atmosfere del titolo e la narrazione a tutti quegli elementi ultraterreni e misteriosi, tipici di Lovecraft. Gli elementi dichiarati come fonti d’ispirazione fanno veramente ben sperare su quello che sarà il setting e la trama; le uniche vere incognite rimangono quindi il gameplay e l’effettiva funzionalità degli enigmi, che dovrebbero disseminare l’isola da esplorare, e che andranno inevitabilmente a coinvolgere ulteriormente il giocatore nel suo strano viaggio. Ma cosa è successo ad Harry? Quali saranno i segreti disseminati nell’isola? E soprattutto cosa succederà a Norah? Queste sono solo alcune delle domande che possiamo porci di fronte al breve e suggestivo trailer ufficiale del gioco, perciò non ci resta altro che aspettare ulteriori novità che arriveranno nel corso dei prossimi mesi.

Game Legends Stories

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...