fbpx

Codemasters: EA ha adesso campo libero sull’acquisizione

Take-Two Interactive si tira indietro all'ultimo nella gara di acquisizione di Codemasters, ora EA è l'unico compratore rimasto.

  • Home
  • Games
  • News
  • Codemasters: EA ha adesso campo libero sull’acquisizione

Codemasters, famosa casa di sviluppo di racing game e creatrice di famosi franchise come la serie DiRT e i titoli dedicati alla F1, adesso ha un unico acquirente: Electronic Arts. Recentemente Take-Two interactive, altro colosso del settore con sussidiare del calibro di 2K e Rockstar Games, ha deciso di fare un passo indietro nella gara di acquisizione contro EA in vista della recente offerta fatta da questi ultimi di 1.2 miliardi di dollari, la quale è andata a oscurare definitivamente l’iniziale proposta dei possessori della serie di GTA di 994 milioni di dollari. Take-Two ha comunque espresso la sua volontà di continuare nella ricerca di Software House di rilevo da rendere parte della sua rinomata holding.

Take-Two Interactive rimane un’organizzazione di grande disciplina e, grazie al suo forte bilancio, continuerà nell’intento di acquisire opportunità, organiche e non, volte a rafforzare la crescita a lungo termine dell’azienda e a regalare risultati più che soddisfacenti ai suoi azionisti.

Ormai prossima all’acquisto di Codemasters, EA potrebbe diventare leader nel settore dei giochi automobilistici grazie anche alle altre sue proprietà intellettuali del genere come la serie di Need For Speed, lasciando come unici rivali Sony, con il suo Gran Turismo, e Microsoft, con le sue serie Forza Horizon e Forza Motorsport. EA non è nuova ad acquisizioni di case di sviluppo dedicate al mondo dei motori, nel 2004 assorbì Criterion Games, creatrice della serie Burnout, per inserirla nella produzione dei titoli di Need For Speed. Non vediamo l’ora di scoprire quali piani avrà il Publisher Americano per i ragazzi di Codemasters, sperando che le loro serie più di rilievo non snaturino a causa dell’influenza del nuovo acquirente e che mantengano alta l’asticella della qualità delle proprie produzioni, come ci hanno sempre abituato. Vi lasciamo qui la nostra recensione di DiRT 5, ultima fatica della casa di sviluppo inglese.

Fonte:

ISCRIVITI ALLA NOSTRA

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...