fbpx

Cyberpunk 2077: i dipendenti di CD Projekt RED in rotta con il management

La software house polacca continua a essere al centro di roventi polemiche
  • Games
  • News
  • Cyberpunk 2077: i dipendenti di CD Projekt RED in rotta con il management

Non accennano a diminuire le polemiche nei confronti di CD Projekt RED. La software house polacca è finita nell’occhio del ciclone per via di Cyberpunk 2077, ultima fatica dello studio che, sulla base di quanto ipotizzato e sperato dall’azienda, sarebbe dovuto diventare una pietra miliare nel mondo dei videogiochi grazie all’immensa mole di contenuti inserita all’interno del gioco. Tale decisione di rendere il titolo quanto più immersivo e completo possibile ha costretto, come emerso alcuni mesi fa, di imporre ritmi di lavoro massacranti agli sviluppatori. Ritmi che, alla luce del disastro avvenuto con le versioni old-gen del gioco, non sono bastati a rendere Cyberpunk 2077 godibile e appagante su ognuna delle (numerose) piattaforme per il quale è stato sviluppato.

E, secondo quanto emerso da alcune indiscrezioni provenienti da persone molto vicine all’ambiente di CD Projekt RED, sembrerebbe che la software house non si sia comportata in maniera del tutto trasparente con i propri dipendenti. In base a quanto è possibile leggere dai tweet postati dall’insider Nibellion che abbiamo riportato in calce all’articolo, una sessione di Q&A tra management e sviluppatori dello studio ha messo in luce le crepe createsi all’interno dell’azienda in relazione ai ritmi di lavoro imposti ai dipendenti e le aspettative create sul gioco. In particolare, un dipendente avrebbe chiesto al management il motivo per cui venne annunciato a gennaio che il titolo fosse già pronto, salvo poi dover posticipare l’uscita diverse altre volte. Altri dipendenti avrebbero inoltre ammesso che le scadenze imposte dalla dirigenza fossero irrealistiche e che fosse chiaro a tutti che avrebbero necessitato di ancora più tempo per poter rendere ottimale l’esperienza di gioco.

E, a quanto pare, non avevano torto, considerando che il livello qualitativo delle versioni per PlayStation 4 e Xbox One ha costretto Sony e Microsoft a rimborsare gli utenti che hanno acquistato la versione digitale del titolo. Ovviamente CD Projekt RED non ha voluto commentare tali indiscrezioni, per cui vi invitiamo come sempre a prendere tale notizia con le dovute precauzioni.

L’alimentatore Corsair CX550F RGB è disponibile a un prezzo scontato su Amazon.

Consigliato anche il monitor da gaming ASUS ROG STRIX XG32VQR, ecco il link per acquistarlo a un ottimo prezzo.

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...