Death Stranding Director’s Cut: un “dettaglio” non piace a Kojima

Death Stranding Director’s Cut: un “dettaglio” non piace a Kojima

L’idea di Hideo per Death Stranding Director’s Cut consiste nella cura in ogni dettaglio: quale di essi è andato di traverso a Kojima?

  • Home
  • Games
  • News
  • Death Stranding Director’s Cut: un “dettaglio” non piace a Kojima
  BREAKING
Call of Duty continuerà a uscire su PlayStation? Phil Spencer fa chiarezza
Life is Strange: Remastered Collection rinviato per Nintendo Switch
PlayStation: Wrap-Up, come vedere le statistiche del 2021
Ghostwire Tokyo: il PlayStation Store avrebbe svelato la data d’uscita
FIFA 22: rivelato il Team of the Year
Phil Spencer svela le IP a cui è interessato dopo l’acquisizione di Acrtivision Blizzard
Pokémon GO: scoperto un glitch degli scambi, Niantic prende provvedimenti
Future Games Show: rivelata la data ufficiale dello showcase
WWE 2K22 ritorna con Rey Misterio in copertina, trailer e data d’uscita
God of War per PC gira già su Steam Deck, arriva il primo screen
Activision Blizzard: parla Sony, fra accordi ed esclusive Xbox
Nintendo Switch: cosa cambia con l’aggiornamento 1.3.2.1
GTA Remastered Trilogy, il CEO di Take-Two minimizza i problemi tecnici
Pokémon diventa un FPS, fan realizzano un gioco brutale
The Wolf Among Us 2: prime foto, ecco come Telltale si è ripresa dal crollo
Fortnite: leak avrebbe rivelato le skin di Hawkeye
FIFA 22: cosa cambia l’aggiornamento 1.16 su FUT e sul gameplay
Activision Blizzard: il CEO pensò di acquistare dei siti di notizie videoludiche
Dying Light 2 rinviato su Nintendo Switch, è ufficiale
Horizon Forbidden West: nuovo trailer e dettagli sulla storia
Next
Prev

Hideo Kojima fa parlare di sé pure quando sbadiglia, ma un dettaglio di Death Stranding Director’s Cut sembra non andargli proprio a genio. In realtà, non si tratta proprio di dettagli da niente, ma nel grande schema delle cose è possibile che si tratti di sottigliezze. Non che ce lo saremmo aspettati proprio da lui.

Probabilmente, il visionario e leggendario game designer nipponico è meglio identificabile con uno degli aforismi che ne hanno consacrato l’intera filosofia. «Il 70% del mio corpo è composto da film», così si definisce lui da sempre, «ma il resto sta a voi.» L’amore per il cinema è palese, ma la coerenza (apparentemente) forse un po’ meno.

Nonostante Kojima sia riconoscibile per il piglio cinematografico che ne definisce il game design, infatti, quello di chiamare “Director’s Cut” la riedizione del suo Death Stranding è un dettaglio che sembra davvero non andargli giù. Probabilmente la scelta in merito al titolo sta a Sony, di cui il giovane IP rimane un’esclusiva.

Non si tratta nemmeno di un commento in un’intervista: Kojima lo ha dichiarato apertamente su Twitter. Riportiamo qui sotto il tweet in lingua giapponese per mero dovere di cronaca, ma il profilo Reddit che lo ha riportato ha anche tradotto il contenuto in modo breve e conciso: il nuovo nome non piace.

Non sappiamo se l’influenza del game designer sarà sufficiente a causare un’inversione di rotta, ma con un’uscita a settembre è improbabile che la Director’s Cut trovi il tempo di passare all’anagrafe. Mancano solo due mesi: le copie saranno già in fase di stampa, e i marchi sono comunque già stati registrati.

Ad un “regista” videoludico affermato come Kojima, dunque, non piace che la visione più autoriale del titolo originale venga apertamente chiamata come tale. La traduzione del tweet nota però che un taglio del regista consiste nell’inclusione di contenuti tagliati in precedenza, mentre in questo caso ne sono stati creati di nuovi.

In altre parole, dunque, l’apparente ironia della situazione consiste in realtà nell’ennesima conferma dell’amore per il cinema di Hideo Kojima. La cura certosina in stile Stanley Kubrick non manca: basterà questo impegno a convincere i fan ad abbandonare le teorie di complotto su Abandoned?

Game Legends Stories

Dettagli del Gioco
Trending
ISCRIVITI ALLA NOSTRA

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...