fbpx

Demon’s Souls – Anteprima, quali saranno le differenze tra il remake e l’originale?

Quali saranno le principali differenze tra Demon's Souls Remake e il titolo originale di FromSoftware per PS3? Scopriamolo insieme.

  • Home
  • Games
  • Anteprima
  • Demon’s Souls – Anteprima, quali saranno le differenze tra il remake e l’originale?

Dopo tantissimi rumor e richieste da parte dei fan, Demon’s Souls Remake è finalmente divenuto realtà, facendo la sua apparizione lo scorso 11 giugno in occasione del primo evento interamente dedicato a PlayStation 5, durante il quale è stato mostrato un filmato dal grandissimo impatto emotivo. Il remake, realizzato dalle esperte mani di Bluepoint Games (autori di vari remaster e remake in casa Sony, tra cui il recente Shadow of the Colossus), debutterà il prossimo 19 novembre 2020 in esclusiva su PlayStation 5, dopo ben 11 anni dal rilascio del titolo originale per PS3, sviluppato da FromSoftware e diretto da Hidetaka Miyazaki. Scopriamo insieme, analizzando nel dettaglio i vari trailer mostrati finora, quali potrebbero essere le principali “novità” e i punti in comune presenti nel remake realizzato dal team di sviluppo texano.

Nuova linfa all’oscura Boletaria di Demon’s Souls

Come ben sapranno i fan del celebre RPG dark fantasy della software house giapponese, durante l’ultimo PlayStation 5 Showcase è stata mostrata una corposa clip, che ci ha permesso di dare uno sguardo più da vicino non solo ai luoghi inquietanti e ai nemici mortali in agguato in quel di Boletaria, ma anche al gameplay di Demon’s Souls Remake. A primo impatto, ciò che salta subito all’occhio è l’estrema cura con cui i ragazzi di Bluepoint Games hanno realizzato il mondo di gioco, vivo e ricchissimo di elementi su schermo. I notevoli miglioramenti grafici introdotti dalla software house statunitense si possono maggiormente apprezzare grazie ad un recente video pubblicato dallo YouTuber Phobia, che confronta la versione originale del gioco rilasciata su PlayStation 3 con quella che debutterà il prossimo novembre sulla console di nuova generazione targata Sony. Il filmato in questione, che potete trovare comodamente di seguito, non si limita a comparare la medesima sequenza di gioco, ma a evidenziare come il lavoro svolto dai ragazzi di Bluepoint Games vada ben oltre al semplice concetto di “remake”.

Nonostante l’utente abbia cercato di confrontare le due versioni “alla pari”, upscalando la risoluzione del titolo originale di FromSoftware al 4K a 60 frame per secondo, il nuovo progetto del team di sviluppo con sede ad Austin presenta uno stile visivo tutto suo, al limite del fotorealismo, con tempi di caricamento molto più rapidi (sfruttando in pieno il nuovo SSD personalizzato di Sony), la reintroduzione del vaulting (presente già nell’originale Demon’s Souls ma mai più reintrodotto nei successivi titoli della software house nipponica) e una maggior fluidità e “leggerezza” nei movimenti. Come ben sapranno i fan di lunga data, il titolo di FromSoftware che ha debuttato su PlayStation 3 nel lontano 2009 era lento e parecchio pesante nelle movenze del protagonista, stile e meccaniche di gioco ormai improponibili al giorno d’oggi.

Bluepoint Games ha cercato di ricreare Demon’s Souls in modo tale che i fan di vecchia data potessero ritornare alla Boletaria che hanno tanto amato su PS3, ritoccando il materiale originale (grafica, suoni, musica e atmosfere) per ampliarlo, rielaborarlo e renderlo più “appetibile” per la nuova utenza, il tutto senza snaturare la visione originaria dell’opera. Tuttavia, le modifiche apportate dal team di sviluppo sembrano concentrarsi sul voler enfatizzare l’esperienza del titolo originale, rendendo il mondo di gioco “pieno di vita”, grazie ad una rigogliosa vegetazione e alla presenza di ambienti più ampi e dettagliati, una maggior fluidità nei movimenti del protagonista e degli NPC, una palette cromatica più variegata (rispetto alle tonalità grigio-verdi predominanti nella versione originale) e un’illuminazione ed effetti particellari davvero sorprendenti, grazie all’introduzione del ray-tracing.

Analizzando e confrontando alcune immagini tratte dal remake, con quelle proveniente dal titolo originale, possiamo notare come i modelli poligonali siano dotati di un maggior dettaglio (come si evince dal raffronto tra il Tower Knight e il demone Avanguardia per PS3, rispetto alla controparte next-gen). Le sorprendenti migliorie grafiche mirano non solo a potenziare l’idea originale di Hidetaka Miyazaki e FromSoftware, ma a caratterizzare ulteriormente i nemici e le “vaste” location di gioco, che a primo impatto sembrano voler abbandonare gli ambienti circoscritti in favore di una maggior libertà esplorativa.

Andare oltre al semplice concetto di “remake”

Chiaramente, le differenze con il titolo originale di FromSoftware rilasciato su PS3 non si limitano unicamente al comparto grafico. Possiamo notare come Demon’s Souls Remake per PS5, oltre ad un level design completamente rivisto, includa il motion blur, nuovi effetti sonori e animazioni più elaborate e “realistiche”. Nonostante Bluepoint Games abbia voluto preservare l’anima “originale” della software house giapponese, ricostruendo da zero l’opera e riproponendo su PlayStation 5 i personaggi, gli incontri e le battaglie con la massima fedeltà possibile, così da rendere la storia ancora più ricca e cupa, non mancheranno delle novità. Secondo quanto emerso dalla pagina ufficiale di Demon’s Souls Remake, il gioco offrirà un’arma esclusiva (la “Falce del Mietitore“) come bonus ottenibile preordinando il titolo, dimostrando la volontà da parte del team di sviluppo di non essere contrario all’aggiunta di contenuti completamente nuovi. Sarà l’unica novità o il team di sviluppo texano ha deciso di essere meno “conservativo” rispetto alle precedenti remaster?

Inoltre, sappiamo già che il nuovo remake targato Bluepoint Games supporterà le nuove features di PS5 e del DualSense (audio 3D e feedback aptico), due differenti modalità grafiche (una a favore del frame rate, l’altra della risoluzione) e che occuperà sull’SSD di PlayStation 5 ben 66 GB (rispetto ai precedenti 54 MB minimi richiesti in fase di installazione sull’HDD di PlayStation 3). Infine, proprio come il titolo originale di FromSoftware, anche Demon’s Souls Remake presenterà una componente multiplayer online, fino ad un massimo di 6 giocatori. In attesa di scoprire maggiori dettagli sul prossimo remake realizzato da Bluepoint Games, e su come il team di sviluppo abbia perfezionato l’esperienza di gioco (che in queste prime battute si rivela una fedele rivisitazione dell’amatissimo RPG dark fantasy di FromSoftware), vi ricordiamo che Demon’s Souls Remake sarà uno dei titoli di lancio di PlayStation 5 (insieme a Marvel’s Spider-Man: Miles Morales, Destruction All Stars, Sackboy A Big Adventure, Astro’s Playroom e Godfall), con uscita fissata per il prossimo 19 novembre 2020.

Potete trovare tutta la copertura E3 2021 sul canale Twitch ufficiale di Cyber Mill.

Troverete tutte le news su GameLegends.it e Monkeybit.it

ISCRIVITI ALLA NOSTRA

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...