Forza Motorsport 7 Recensione

Forza Motorsport 7 Recensione

Xbox One, per poco l’ultima console di casa Microsoft, non è proprio nota al grande pubblico per i titoli in esclusiva, che nonostante...


Xbox One, per poco l’ultima console di casa Microsoft, non è proprio nota al grande pubblico per i titoli in esclusiva, che nonostante qualche piccola chicca non riescono a far pendere l’ago della bilancia in proprio favore rispetto all’acerrima rivale di casa Sony. Quest’oggi però vogliamo analizzare insieme a voi un’esclusiva farà sicuramente parlare a lungo, Forza Motorsport 7. L’ultimo capitolo della serie di Turn 10, con molta probabilità diventerà uno dei titoli più imponenti mai realizzati dal team, che con il terzo capitolo della serie sviluppato per Xbox One segna un nuovo picco da raggiungere, un gioco veramente tutto da scoprire. Come se non bastasse, è anche il primo ad essere lanciato anche su PC con Xbox Play Anywhere (l’unico precedente per “Forza” è Forza Horizon 3).

forza motorsport 73, 2, 1.. Partiti!

Subito dopo aver scaricato tutti i GB necessari per avviare Forza Motorsport 7 (questa recensione è stata realizzata con una copia di accesso anticipato su Xbox One S) ci siamo lanciati alla scoperta del titolo. Appena avviato, il gioco inizia subito mettendoci alla prova in una corsa di benvenuto, finita la quale è la volta di scegliere il nostro avatar, tra uno di sesso maschile e uno di sesso femminile, ognuno con tre tipi di divisa differenti. Subito dopo verremo premiati con la scelta di una vettura gratuita, con la quale iniziare la nostra avventura. Un’avventura che è a dir poco impressionante sia per bellezza grafica che per longevità, perché come poi analizzeremo più avanti, questo gioco è davvero pieno di cose da fare, auto da sbloccare e sfide da vincere. Io da bravo italiano come prima auto ho scelto una Alfa Romeo Giulietta bianca con aerografia nera, con la quale ho iniziato a guadagnare punti ed esperienza. Grazie ad un sistema di premi, il gioco ci permette di ingrandire sia il parco auto, sia le singole parti delle vetture nel nostro garage. Tra le novità più interessanti c’è la possibilità di gestire al meglio ogni sfida, grazie ad un menù pre-gara con il quale potrete modificare il setting della vostra auto adattandolo alla vostra guida, al meteo, o alla categoria della vettura che state guidando. E’ inutile dire che questo capitolo della serie è il migliore mai sviluppato fino ad oggi, però dobbiamo complimentarci con i ragazzi di Turn 10, che hanno creato una vera evoluzione dell’ottimo Forza Motorsport 6, correggendo nel 7 le poche sbavature che presentava, e arricchendo il tutto con nuovi punti di forza.

forza motorsport 7

Not an usual racing game

Appena iniziato il gioco, capiremo subito di trovarci di fronte a qualcosa di veramente grande, enorme, già dalla semplice schermata del menù del giocatore: vedrete ben 6 differenti campionati, quali Seeker, Breakout, Evolution, Domination, Masters e Forza. Fin qui direte “solo sei Forza Drivers Cup“? Sì, ma ognuno di essi è talmente radicato e profondo che ci vorrà davvero molto  tempo prima di completarlo e passare al successivo. Ogni campionato potrà essere sbloccato solamente una volta raggiunto un determinato livello, e più si va avanti e più è chiaro che serviranno grandi performance per procedere oltre: questo perché i campionati sono legati al progresso di ogni giocatore, perché ai piloti più bravi non servirà vincere tutte le gare del campionato (che sono tantissime e suddivise in diverse categorie), ma servirà una buona dose di prime posizioni. I campionati hanno al proprio interno tantissime sfide differenti, che si potranno sbloccare a loro volta, grazie all’acquisto di esperienza, e soprattutto di auto (questo perché, ad esempio, non potremo affrontare il campionato delle Dune Buggy senza prima averne acquistata una). Le oltre 700 vetture disponibili in Forza Motorsport 7 sono acquistabili sia tramite l’utilizzo di Microtransazioni, sia con l’accumulo di esperienza o crediti in game (la nostra posizione in gara ne determinerà l’ammontare).

Una volta raggiunto un certo numero di punti il giocatore potrà avanzare di livello, e ad ogni livello, potrà scegliere tra tre premi differenti: crediti bonus, auto gratis o sconti sulle auto più costose e pezzi omaggio. Questo sistema spinge i giocatori più accaniti ad affrontare ogni minima sfida del gioco in single player, e i collezionisti più sfegatati a collezionare ogni auto o pezzo inserito nel gioco. Neanche i tracciati sono da sottovalutare, perché gli sviluppatori hanno deciso di introdurre nuovi circuiti (alcuni reali, altri originali) e ovviamente di riportare quelli storici come il Mugello e Maple Vallery. Da sottolineare inoltre i vari mini circuiti costruiti ad hoc per le sfide più divertenti come l‘auto Bowling!Turn 10 come ogni anno inoltre ha introdotto una nuova categoria di veicoli: gli autocarri da corsa. Questa nuova divertentissima categoria ci porterà a bordo di enormi autocarri allestiti di tutto punto per gareggiare; le piste stesse cambieranno aspetto agli occhi dei giocatori, che le hanno provate su vetture decisamente diverse.forza motorsport 7

Tecnicismi

Se da un lato abbiamo analizzato la grandezza e la maestosità dei contenuti, in quest’altro vogliamo analizzare più da vicino le modifiche tecniche del nuovo racing game. La prima parte da analizzare è sicuramente quella grafica, che senza ombra di dubbio è di altissimo livello, grazie alla risoluzione 1080p e ai granitici 60FPS, che non cedono nulla neanche nelle fasi più concitate. In ogni singola gara è favoloso poter ammirare ogni minimo particolare: anche cambiando la visuale in gara il titolo non perde mai un frame, e non vi pentirete affatto di percorrere miglia su miglia con la visuale in prima persona. Questa potenza ci fa ben sperare anche per il futuro del titolo, che arriverà anche in 4K nella versione per Xbox One X (Xbox One S e PC riceveranno il supporto HDR). Uno dei nodi più spinosi per il passato Forza Motorsport era forse la gestione delle collisioni, che al contrario in questo nuovo capitolo è ben strutturata. I giocatori potranno decidere se utilizzare una gestione non impattante dei danni (solo visivi) dovuti agli urti o invece di renderli effettivi, quindi penalizzanti nel corso delle gare. Inutile dire che anche in questo caso la realizzazione degli effetti è veramente perfetta.

Infine vogliamo sottolineare la qualità del comparto audio: ognuna delle 700 vetture avrà la propria riproduzione del rombo del motore, registrata con una precisione incredibile. Anche l’audio di sottofondo è stato scelto con cura, ed anche questo personalizzabile come quasi ogni cosa del gioco. Potremo scegliere se tenerlo acceso, spento, o addirittura filtrarlo e ascoltarlo come se uscisse da degli altoparlanti delle tribune dei tracciati. Se abbiamo fatto un inciso sul comparto sonoro dobbiamo anche però elencare l’unico vero difetto del titolo, ovvero i troppi (e troppo lunghi) caricamenti. Noterete, purtroppo, il lungo periodo di tempo che avrete a disposizione per settare la vostra auto prima di una qualsiasi gara, e questa lunga attesa ci separa dall’inizio della corsa: utilissimo, ma alla lunga può diventare un po’ frustrante.forza motorsport 7

Gameplay

La prima nota la vogliamo sicuramente dedicare alla grande innovazione di questo settimo capitolo: il Meteo Dinamico. La gestione dell’atmosfera di questo racing game è di altissimo spessore, con ogni singola gara che sarà differente dall’altra grazie alle variazioni in game delle condizioni metereologiche. Ci capiterà spesso di iniziare una gara sotto la luce di un bellissimo tramonto, e finirla a fari spiegati, o addirittura di partire sotto ad una pioggia fitta e tagliare il traguardo all’interno dei soliti banchi di nebbia. Ogni effetto è particolarmente studiato ed ogni condizione dei tracciati modificherà l’attrito delle nostre vetture, costringendoci ad adattare il nostro stile e il settaggio del veicolo. La difficoltà del gioco è scalabile in qualsiasi momento, questo significa che anche i giocatori nuovi della serie o del genere possono tranquillamente approcciarsi a Forza Motorsport 7, mentre gli esperti del genere troveranno pane per i loro denti. I neofiti potranno infatti usufruire di piccoli aiuti che faciliteranno le loro gare, come ad esempio la traiettoria di guida e la velocità adatta segnate su asfalto. I più esperti invece potranno fare affidamento sulla loro esperienza e confidenza con le auto, utilizzando a piacimento le opzioni di bilanciamento e realismo, che renderanno la simulazione ancora più immersiva. Grazie all’energia dell’engine di Turn 10, il ForzaTech, il gioco si esprime in maniera incredibile, riuscendo a caratterizzare ogni tipo di esperienza nel gioco: ad esempio la guida degli enormi camion sarà totalmente differente da quella delle auto da corsa, non solo in game, ma anche dalle sensazioni scaturite dalla risposta del pad o del volante. La sensibilità, anche solo col pad, è notevole, ed ogni auto ci restituirà sensazioni differenti anche in base al tuning, gli assetti, e ai bilanciamenti scelti.

Quel che è giusto è giusto 

Uno dei pensieri che attanagliava i fan più competitivi della serie riguardava l’introduzione delle microtransazioni. Le preoccupazioni provenivano dal fatto che i giocatori con tasche più grandi avessero la possibilità di comprare sin da subito i potenziamenti migliori, o le auto più performanti. Potete dormire sonni tranquilli perché in Forza Motorsport 7 gli acquisti sono allineati con il livello del giocatore, quindi non potrete pensare di acquistare l’assetto migliore del gioco al livello 1. In questo momento la modalità multiplayer non è ancora realmente attiva, e aggiorneremo la nostra recensione non appena possibile (soprattutto perché il comparto online rivestierà di sicuro una parte determinante per il titolo, come da sempre nel brand). Nel frattempo, possiamo dirvi che la società ha intenzione di lanciare diverse leghe, ognuna con obiettivi e missioni differenti.

Game Legends Stories

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...