fbpx

GAME ON 2.0 apre le danze a Roma: arriva l’esposizione dedicata ai videogiochi

Apre la mostra dedicata alla storia del videogioco: arriva a Roma GAME ON 2.0, esibizione contenente più di 100 titoli giocabili!

  • Home
  • Games
  • Speciale
  • GAME ON 2.0 apre le danze a Roma: arriva l’esposizione dedicata ai videogiochi

Oramai nel 2017 può essere detto: la storia dei videogiochi è stupenda. Possiamo scoprirlo in svariati modi, acquistando o spolverando le nostre care vecchie console super datate, scaricando degli emulatori per provare l’ebbrezza di finire il famoso cabinato a cui giocavamo da bambini, visitando esibizioni e musei dedicati a questo media. A Roma già abbiamo il VIGAMUS, museo dedicato esclusivamente al videogioco, ma dal 4 marzo al 4 giugno di quest’anno Roma si colora di videogiochi ulteriormente, con l’arrivo di GAME ON 2.0. Passato, presente e futuro del gioco virtuale si uniscono e prendono vita in una location dedicata nello Spazio Tirso, organizzata da VentiDieci e Dimensione Eventi:  più di 100 giochi utilizzabili, passando da vecchie glorie come Amiga, Commodore, ZX Spectrum, arrivando a World of Warcraft, Halo e la Virtual Sphere. Neil McConnon, capo del Dipartimento International Enterpraises del Barbican Centre di Londra, ha detto:

Barbican è lieto di portare GAME ON 2.0 in Italia per la prima volta. La mostra, curata e gestita da Barbican ed organizzata in loco da Dimensione Eventi e VentiDieci, è davvero esaltante perché celebra la cultura dei giochi in tutte le loro miriadi di forme.

La mostra, aperta tutti i giorni dalle 10 alle 20, orario continuato (arrivando alle 22 il venerdì e sabato), è adatta sia a bambini che ad adulti, e prevede delle guide coordinate con il museo del videogioco di Roma VIGAMUS, per permettere a tutti, appassionati o meno, di scoprire un media così particolare. Uno dei temi forti della mostra è raccontare al pubblico come il videogioco possa essere veicolo di sperimentazione di nuove tecnologie e soluzioni ergonomiche: all’effettivo, si è passati da uno schermo di un oscilloscopio (Tennis for Two) a dei visori immersivi da urlo. Insomma, un viaggio che nessuno al mondo, fosse egli amante del videogame o meno, dovrebbe mancare: la conoscenza è potere, e il miglior modo che esiste per conoscere la storia del videogioco, è giocandolo, dal principio all’epoca contemporanea. Se volete scoprire alcune foto, cliccate qui per andare alla galleria Facebook.


Game Legends Stories

ISCRIVITI ALLA NOSTRA

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...