GameScope #12: Pokémon Link: Battle!

GameScope #12 – Pokémon Link: Battle!

Puntuali come ogni martedì torniamo con un nuovo numero di GameScope, la nostra rubrica settimanale volta a farvi scoprire titoli interessanti e...


Puntuali come ogni martedì torniamo con un nuovo numero di GameScope, la nostra rubrica settimanale volta a farvi scoprire titoli interessanti e di valore che però al tempo non hanno avuto il successo che meritavano. Questa settimana andremo ad analizzare un titolo che si distacca molto dai generi fin ora trattati, virando sui puzzle game. Il nostro protagonista di oggi è infatti Pokémon Link: Battle! Titolo arrivato su nintendo 3DS nel 2014, comprendente sia modalità in singolo che multiplayer. Come potrete intuire già semplicemente dai video e dalle immagini proposte, il gioco è molto simile al ben più noto gioco per mobile Candy Crush Saga (impossibile non conoscerlo).

Si tratta del successore del primo Pokémon Link!, gioco dove dovrete concentrare la vostra abilità nello spostare i vari Pokemon in modo tale da accoppiarli e farli “esplodere”. Esatto, niente di più e niente di meno della base classica dei puzzle game a rilascio verticale di tasselli.

pokémon link: battle!

Se è così simile a tanti altri titoli, alcuni addirittura gratuiti e meno impegnativi da portare con voi, perché vi stiamo consigliando di recuperare questo titolo? In effetti le motivazioni sono molteplici. In primis Pokémon Link: Battle! Abbina al classico “gioco di mosse” la necessità di completare il livello, per riuscire a catturare il pokémon (acchiappali tutti! ndr.) che troverete nello schermo superiore. Alcune delle meccaniche che inoltre ci troveremo ad incontrare nel gioco, riguarda il tipo delle nostre creaturine: ad esempio, “togliendo” dei Pokémon con elemento “superefficace” contro il tipo del pokémon che stiamo combattendo, i danni che gli infliggeremo saranno maggiori! Che dire poi di Ditto? Poteva esistere mostriciattolo migliore per fungere da Jolly?

 

Quello che riesce a fare questo titolo, anche se è stato ingiustamente bistrattato, è unire il puzzle game classico a tutte le caratteristiche base legate al mondo dei Pokémon, infinite potenzialità legate anche al numero di creature disponibili (oltre 700) comprendenti fino agli ormai un po’ datati Pokèmon della generazione X e Y. Certo, il tempo è passato e di titolo per console portatile che ci siamo portati dietro sono innumerevoli, ma dato che per rispolverare questa piccola caramella rara basterebbero solamente 7.99€ sul Nintendo eShop, non dovrebbe essere così difficile trovare per lui un piccolo spazio!

 

Game Legends Stories

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...