fbpx

Good Night, Knight – Anteprima, un cavaliere tutt’altro che addormentato

Ecco l'anteprima di Good Night, Knight. Il primo gioco di RedEmber che unisce varie meccaniche provenienti da generi diversi

  • Home
  • Games
  • Anteprima
  • Good Night, Knight – Anteprima, un cavaliere tutt’altro che addormentato

Good Night, Knight è il primo titolo sviluppato da RedEmber e pubblicato da No Gravity Games. Per mostrare le loro abilità, i developer hanno lanciato il loro gioco in Accesso Anticipato su Steam, così che chiunque decida di dare fiducia a questi sviluppatori indie possa controllare i progressi man mano che vengono fatte aggiunte. Ma che gioco è? Ecco la nostra anteprima di Good Night, Knight.

Cavaliere, svegliati!

Good Night, Knight inizia nel modo più semplice possibile: dovremo scegliere il nome del nostro personaggio… e poi avremo davanti l’opzione della permadeath, la morte permanente: in poche parole, nel caso si dovesse morire, si dovrà ricominciare da capo, mentre nel caso vogliate una partita più tranquilla, potrete semplicemente disattivarla e respawnare. Ma noi chi siamo? Un semplice cavaliere che dopo aver raggiunto la cima di una torre, viene sconfitto e gettato via, iniziando una lunga caduta, verso la fine. Eppure una piattaforma ci salva, così che possiamo raggiungere il luogo a noi giocatori ignoti e ricominciare. Quando finalmente raggiungeremo la terra, incontreremo altri cavalieri, che il gioco chiama “useless”, inutili. Dopo una piccola serie di gag divertenti che sfondano la quarta parete, riceveremo una quest. Da qui la nostra avventura ha inizio. Qual è il nostro obiettivo? Fermare un’antica profezia.

Hack-and-slash con meccaniche GDR e tanto altro

Good Night, Knight unisce una serie di meccaniche in un unico titolo: la cosa certa è che abbiamo davanti un gioco di ruolo, quindi aspettatevi combattimenti all’arma bianca. Non solo, sono incluse anche meccaniche stealth e dungeon creati in modo procedurale. Che significa? Ogni volta che si muore la mappa cambierà in modo casuale. Come se non bastasse, sono presenti anche alcuni puzzle, di cui pochi sono davvero complicati.

good night knight gameplay

Per quanto riguarda il suo gameplay, è un tipico gioco di ruolo top-down, quindi con visuale dall’alto. Per sopravvivere dovrete imparare a usare le armi a vostra disposizione e sviluppare il vostro cavaliere, non solo per quanto riguarda il suo stile, ma anche per alcune scelte che determineranno quale strada vorrete seguire. Il combat system è relativamente semplice. Come in quasi tutti i GDR avrete una barra della vita e una per la stamina. Un attacco leggero toglierà poca stamina, un attacco pesante l’abbasserà di più. È possibile anche schivare e bloccare gli attacchi nemici con lo scudo. Ovviamente anche per eseguire queste azioni si pagherà con la stamina, che si ricaricherà automaticamente dopo essere rimasti fermi per un po’. I nemici possono infliggere degli status negativi, come gelo, ma possono essere rimossi utilizzando alcune pozioni, similmente al recupero dei punti vita.

Una meccanica davvero particolare e unica di Good Night, Knight riguarda il modo in cui si vedono i nemici: li vedrete i vostri nemici solamente quando li guarderete, o più precisamente, quando ci sarà contatto visivo effettivo. Se, per esempio un nemico è dietro una colonna, non potrete mai vederlo. Nonostante sembri un gioco molto hardcore, in realtà esiste un momento nel quale si è al sicuro da ogni singolo nemico, ovvero quando sarete alla base della torre dalla quale siamo caduti. Qui, troverete un sacco di NPC con i quali interagire. Esiste il negozio, avrete una casa (dove sarà possibile riottenere punti salute dormendo) e una zona per craftare degli oggetti da utilizzare durante la nostra avventura.

Il viaggio del nostro cavaliere caduto sarà costellato da alcuni item da raccogliere, ma non preoccupatevi di raggiungere il limite trasportabile. Infatti, ogni oggetto “in più” sarà automaticamente aggiunto a una cassa disponibile all’interno del HUB di gioco, la base della torre citata poco fa. Per quanto riguarda il tipo di periferica utilizzabile per giocare Good Night, Knight, vi consigliamo caldamente di utilizzare il controller piuttosto che mouse e tastiera.

good night knight in-game

Pixel art dormiente

Good Night, Knight è costruito con una pixel art molto carina, che non offre niente di eccessivamente particolare, Ma che propone giochi di luce particolari sviluppati per far comprendere la meccanica speciale della vista. La palette di colori utilizzata è piuttosto interessante, dato che tutto ciò che dovrebbe essere blu diventa viola, come per esempio accade al mare. Le animazioni sono ben realizzate e danno sempre la sensazione di dinamicità.

La cosa che più interessa è sicuramente la risposta alla domanda “vale la pena acquistare Good Night, Knight allo stato attuale?” La nostra risposta è assolutamente sì. Per via della sua natura ibrida, il titolo di RedEmber è perfetto per tutti. Che voi siate giocatori hardcore oppure player che preferiscono un tipo di partite molto più tranquille, questo titolo fa per voi. Non è complicato da imparare e la permadeath propone quel livello di sfida in più che riesce ad accontentare tutti, senza contare le numerose ore proposte proprio grazie all’aggiunta di questa modalità.

Inoltre, i suoi dialoghi divertenti riescono a smorzare la tensione tra un dungeon e l’altro, il che riesce a essere un toccasana per coloro che non sono abituati a livelli di sfida eccessivi. Il titolo è disponibile a 12,49 euro su Steam, e se pensate che sono ancora in corso i lavori del gioco, le possibilità che possa migliorare ancora di più sono alte.

Disponibile il PlayStation Plus da 1 anno a 43,50 €: cliccate qui per acquistarlo e usate il codice GAMELEGENDSPSP!

Potete anche acquistare una ricarica da 50€ per il PlayStation Store a 38€! Ecco il link per l’acquisto, ricordatevi di utilizzare il codice GAMELEGENDS50.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...