fbpx

Google Stadia: calano le azioni di Sony e Nintendo dopo l’annuncio della piattaforma

La presentazione di Google Stadia sta già portando a galla i suoi primi effetti. Se da un lato il mondo del web, gli esperti del settore e i semplici appassionati...

  • Home
  • Games
  • News
  • Google Stadia: calano le azioni di Sony e Nintendo dopo l’annuncio della piattaforma

La presentazione di Google Stadia sta già portando a galla i suoi primi effetti. Se da un lato il mondo del web, gli esperti del settore e i semplici appassionati stanno continuando a navigare in un clima di fervore generale, confrontandosi tra i pro e i contro, e le reali possibilità e le prime incertezze di questo innovativo progetto firmato Google, da un lato il mercato videoludico sembra essere stato scosso non poco.

Dopo appena un giorno trascorso dalla presentazione ufficiale di Stadia da parte del colosso americano, la concorrenza ha cominciato a riscontrare delle conseguenze poco piacevoli. In particolare, per ciò che riguarda Sony e Nintendo, entrambe le compagnie hanno subito un forte calo delle azioni quotate in borsa.

A divulgare questa notizia è stato il portale di Yahoo Finance, che ha riportato i dati raccolti da Bloomberg. Secondo l’agenzia americana, le azioni di Nintendo sarebbero calate del 4,6%, mentre quelle di Sony del 4,5%, facendo quindi registrare in entrambi i casi il più grande calo giornaliero ottenuto nelle ultime sei settimane. Non è nemmeno una coincidenza, quindi, il fatto che tale significativo calo in borsa si sia verificato proprio l’annuncio di “big G”.

A commentare tali risultati, si è espresso anche Amir Anvarzadeh, analista di Asymmetric Adivsors Pte.  Anvarzadeh ha infatti dichiarato che:

“Non c’è alcun dubbio sul fatto che questo servizio renderà la vita ancora più difficile per le piattaforme tradizionali. Google contribuirà a frammentare ulteriormente il mercato videoludico, settore che sta già subendo forti pressioni a causa di quelle realtà che hanno adottato il modello di business rivolto al mobile gaming, dando vita a titoli gratuiti nella speranza di generare un aumento di vendite tramite gli acquisti in-game”.

A tal proposito, Sony ha in effetti già lanciato nel 2014 il proprio servizio di streaming chiamato PlayStation Now, un progetto anche questo piuttosto ambizioso, ma frenato e poco riuscito sotto diversi punti di vista. E a commentare perciò il promettente ingresso di Google Stadia nel mondo dello streaming videoludico, Asumi Maeda, portavoce di Sony Interactive Entertainment, ha pubblicamente dichiarato: “l’aumento della concorrenzialità nel settore dedicato ai videogiochi è qualcosa che dovrebbe rendere felici tutti i giocatori.” Il portavoce di Nintendo, invece, ha preferito non esprimersi in merito alla questione.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...