Injustice 2: analisi di Cappuccio Rosso

Injustice 2: analisi di Cappuccio Rosso

Ieri è stato mostrato ufficialmente il primo gameplay del tanto atteso Cappuccio Rosso (Red Hood), alias Jason Todd il secondo ad aver indossato...


Ieri è stato mostrato ufficialmente il primo gameplay del tanto atteso Cappuccio Rosso (Red Hood), alias Jason Todd il secondo ad aver indossato i panni del Ragazzo Meraviglia, Robin per l’appunto. In Injustice 2 il buon Cappuccio Rosso si presenta come un mix di stili e originalità. Andiamo ad analizzarlo insieme!

Una storia di Rabbia

Parlando di un personaggio così complesso, non potevo esimermi dal raccontare la storia di questo anti-eroe che milita nella Bat-Family da anni. Cercherò di essere quanto più breve possibile: Jason Todd rimane orfano dopo che la mamma muore per una malattia incurabile; il padre viene ucciso da Due Facce, di cui era il tirapiedi già da tempo. Jason passa la sua infanzia tra un furto e l’altro finché non decide di rubare le gomme della Batmobile. Ovviamente viene sorpreso dal Cavaliere Oscuro che decide di prenderlo sotto la sua ala, diventando così il secondo Robin. Jason rimane comunque irascibile, violento e spesso poco incline al dialogo. Nella saga Una Morte In Famiglia, viene tragicamente ucciso per mano del Joker, evento che ha significativamente segnato Batman, costringendo quest’ultimo ad affrontare il suo demone più micidiale ovvero la morte e la perdita. Quando Superman Prime infrange il muro della dimensione in cui era imprigionato (per mano di Lex Luthor), la ripercussione nel nostro universo porta grande scompiglio, al punto che il Jason si ritrova a riemergere letteralmente dalla tomba. Finisce in coma dopo un incidente ma viene rapito da Talia Al Ghul, figlia del Demone, Ra’s Al Ghul. Dopo un anno in cui Jason non ricorda nemmeno chi fosse, Talia disobbedendo al padre getta Jason nella Fossa di Lazzaro che con i suoi effluvi cura l’amnesia dell’ex-Robin. Talia fomenta Jason consegnandogli un sacco contenente dei ritagli di giornale che, agli occhi del giovane, mostrano come Batman abbia arrestato il Joker ma effettivamente a parte metterlo tra le sbarre, il Cavaliere Oscuro non ha fatto altro. Jason prende allora l’identità di Cappuccio Rosso desideroso di vendicarsi del suo mentore. Seguono varie saghe nelle quali Jason tormenta il Cavaliere Oscuro, finché non giunge all’incontro finale, chiarisce con Batman che la sua rabbia non è per la sua morte, ha perdonato il suo maestro per questo: non riesce tuttavia a perdonarlo per non averlo vendicato uccidendo il Joker. Batman deve fare una scelta: la sua vita o quella del Joker. Grazie alla sua abilità Batman salva ancora una volta la sua vita e quella del Pagliaccio del Crimine. Seguono anni in cui Jason diventa un vigilantes, conosciuto con il nome di Red Robin che non segue il ritmo della Bat-Family: uccide i criminali, adotta armi di ogni tipo per compiere le sue missioni. Dopo varie vicissitudini, Jason fa pace con la famiglia e decide di lasciare i panni di Red-Robin al grande Tim Drake che lascia il mantello di Robin al figlio naturale di Batman, Damian Wayne. Mollato il mantello di Red Robin, Jason Todd indosserà di nuovo i panni del Cappuccio Rosso, sta volta in perfetta linea con lo stile e l’approccio della Bat-Family.

Un Cappuccio Rosso nell’universo Injusto

Stando alle informazioni che abbiamo, il Cappuccio Rosso che andremo a personalizzare nel gioco è attinente con le trame descritte in sopra. Pare che la trama nell’universo di Injustice sia leggermente diversa e vede Jason riportato in vita direttamente dalla Fossa di Lazzaro. Il potere della Fossa cambia la natura di Jason che decide di portare guerra e distruzione nel mondo del crimine. Il gameplay che abbiamo visto, ci permette di scoprire un personaggio pericoloso e complesso:

  • Usa diverse armi: coltelli, shuriken, granate e le immancabili pistole
  • la sua specialità è legata probabilmente alla possibilità di attivare un flusso elettrico alla base del calcio delle pistole per stordire ed aumentare il danno sull’avversario.
  • Si destreggia con calci e pugni con i quali inizia le sue combo per poi passare ad un assalto fatto di armi da fuoco od esplosive.

Nelle interazioni ambientali si comporta come il suo mentore, Batman, ovvero sfrutta gli oggetti più pesanti per uscire dagli angoli e lancia gli oggetti più leggeri in direzione del nemico. Ad uno sguardo attento possiamo notare dal video che il Cappuccio possiede moltissime abilità potenziabili grazie alla barra di energia che si carica durante il gioco: estende le sue combo con le pistole o termina violenti assalti con granate nascoste a corto raggio d’azione. Possiamo notare come ogni sua arma ha più di un utilizzo: ad esempio terminati i proiettili lancia la pistola in faccia al Joker per riprenderla al volo e sparare un proiettile caricato velocemente. Sempre contro il Joker, scatena una devastante combo potenziata con le due pistole da ben 12 colpi, una delle più lunghe del gioco se si considera che è stata lanciata da fermo. L’ultimate del personaggio è a corto raggio ed inizia con l’esplosione ravvicinata di una granata, abbiamo visto che può colpire il nemico mentre è in aria e questa sarà un grande vantaggio, dato che la maggior parte delle combo mostrate terminano con l’avversario inerme in aria.

Da una prima analisi visiva, posso dirvi che il gameplay di Cappuccio Rosso è un mix di ben tre personaggi già presenti nel gioco: la rapidità delle combo e la concatenazione di queste, va associata ad Harley Quinn, la dualità del combattimento corpo a corpo o a distanza va associata a Freccia Verde mentre il gameplay profondo e la possibilità di giocarlo davvero ad alto livello pare ricordare Batman. Sembra sempre che il Cappuccio abbia un asso nella manica, al pari del suo maestro, il Cavaliere Oscuro.

Attendo vostri commenti su quanto mostrato e detto fino ad ora, nel frattempo riguardatevi il trailer qui sotto: mette una voglia di giocarlo assurda!

Game Legends Stories

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...