fbpx

Mario Tennis Aces – Recensione, il tennis secondo Nintendo

Gli sportivi Nintendo hanno sempre avuto il loro fascino: Mario Smash Football, Mario Power Tennis e così via, hanno sempre tirato fuori un lato...

Gli sportivi Nintendo hanno sempre avuto il loro fascino: Mario Smash Football, Mario Power Tennis e così via, hanno sempre tirato fuori un lato dell’icona Nintendo che difficilmente si vedeva nelle sue avventure platform. Se ci aggiungiamo che i due titoli citati sopra risalgono al era d’oro del GameCube, allora l’andamento che si sta vivendo ora con Nintendo Switch lascia ben sperare. Tra pochi giorni infatti arriverà sugli scaffali Mario Tennis Aces, nuovo capitolo dedicato al tennis che vedrà alcuni dei personaggi storici della saga scontrarsi, racchette alla mano. Eppure come ormai avrete capito, i titoli Nintendo non sono superficiali, ma mostrano diversi strati di profondità, esplorabili solo con il tempo e la voglia di scavare: Mario Tennis Aces non esula da questa categoria, ma partiamo con ordine.

Nel rettangolo di gioco

Fin da subito il gameplay di Mario Tennis Aces si presenta più complesso di molti titoli simulativi di tennis: nel gioco avremo modo di effettuare vari colpi, diversi a seconda di tempistiche, effetti e velocità. Passeremo quindi dal Top Spin, colpo veloce e potente, allo Slice, colpo lento ma con meno rimbalzi; sarà possibile inoltre colpire la pallina di piatto, puntando quindi tutto sulla velocità, oppure scegliere se lanciare la palla alta o smorzarla. Fin qui ci troveremmo come in un qualunque match di tennis: eppure i titoli sportivi di Mario presentano sempre quel pizzico di fantasia capace di colorare ogni sport, ed è così che compaiono colpi come il Colpo Stellare (molto potente e direzionabile tramite mira in prima persona), il Colpo Tecnico (che ci permetterà di raggiungere palle al lato opposto del campo) e il Colpo Speciale, tutti e tre utilizzabili solo consumando l’energia guadagnata durante il match.

L’energia, che potrete accumulare anche effettuando colpi caricati, servirà inoltre per rallentare il tempo in alcuni casi, e infine per effettuare il Colpo Speciale, vera mossa finale di ogni personaggio. Tutti questi colpi che utilizzeranno energia, oltre ad essere spettacolarmente coreografati, avranno anche una conseguenza a seconda della ricezione: se prenderete il colpo in anticipo o in ritardo, la vostra racchetta subirà dei danni che, a lungo andare, potrebbero romperla. Perderete quindi la partita quando tutte le racchette disponibili saranno rotte.

Tennis per tutti i gusti

Anche in termini di modalità di gioco, Mario Tennis Aces non dimentica proprio nulla, arrivando a dividere tutta l’esperienza in quattro grandi aree: la modalità avventura, la modalità torneo, la modalità multigiocatore e, per gli amanti del Wii, la modalità swing.

Nella modalità avventura, il tennis diverrà vero e proprio motore di gioco, capace di reinventarsi ad ogni singolo livello, evitando la noia di una modalità single player fatta solo di continui match. Ecco quindi che passeremo da scontri all’ultimo punto, a livelli dove dovremo rimandare le palle infuocate alle piante piranha, o magari dovremo risolvere dei semplici enigmi a colpi di racchetta. La modalità avventura farà viaggiare il nostro Mario lungo un mondo vario e diversificato, con sfide sempre crescenti di difficoltà e, soprattutto, capaci di sorprenderci passo dopo passo.

La modalità torneo ci permetterà di scontrarci contro altri personaggi del gioco, naturalmente in single player, sbloccando di volta in volta una coppa successiva (un po’ come succede in Mario Kart). In questo caso le partite manterranno il setting standard del tennis, sfruttando però la diversificazione dei campi di gioco (tematica importante di cui parleremo più avanti).

Nella modalità multigiocatore avremo la possibilità di sfidare giocatori in locale (con o senza Nintendo Switch), oppure scontraci online. Anche qui, tutte le impostazioni verranno rivelate col tempo, finendo prima la storia del gioco, aggiungendo quindi varianti alla sfida che una semplice partita di tennis darebbe. A concludere il pool di modalità ci pensa la modalità swing, vero salto nel passato: è qui che potremo afferrare il nostro joy-con e brandirlo come una racchetta, tornando un po’ a quell’esperienza avuta con Wii Sports e con Mario Power Tennis. I controlli non sono ottimizzati al 100%, rivelando qualche piccolo problemino soprattutto in termini di servizio e differenza dei colpi, ma tutto sommato, essendo una modalità molto più mirata verso il divertimento piuttosto che alla tecnica, ci può stare.

Quando il gioco si fa duro?

Una delle più grandi problematiche che affliggono Mario Tennis Aces risiede nell’intelligenza artificiale degli avversari: la sfida, sin dalle prime battute, risulterà molto facile, soprattutto per chi ha già dimestichezza con giochi di questo genere. Avanzando le difficoltà aumenteranno, ma difficilmente vi troverete a dover ripetere più volte una stessa partita, complice una IA non troppo bilanciata, soprattutto nel prevedere i colpi che faremo. C’è da dire che questa problematica affligge quasi tutti i titoli di tennis, e sbilanciare il titolo verso una IA troppo complessa sposterebbe la lancetta da facile a ingiocabile.

A rendere la sfida più accesa però, ci saranno i campi da gioco: se in un classico gioco di tennis ci troveremmo a scegliere tra terra rossa, sintetico, cemento o erba, qui avremo da scegliere campi su navi dei pirati, o affollate di piante piranha. Nel primo caso, l’albero maestro della nave sarà situato al centro del campo, cambiando la direzione delle palline che lo colpiranno, mentre nel secondo caso alcune piante potrebbero mangiarsi la pallina, per sputarla in una direzione differente.

Tecnicamente parlando, il titolo eccelle sia in grafica sia in sonoro: nel primo caso, il gioco corre fluido sia in modalità portatile che su TV, perdendo però un po’ di definizione su quest’ultima. Per il sonoro, voci, effetti e doppiaggi (per quei pochi che ci sono) di Mario e company tornano in gran lustro, aggiungendo quel colore  caratteristico in più, tipico dei titoli della grande N.

La vera forza di Mario Tennis Aces si trova proprio nella varietà di esperienze che porta a schermo: sia che vogliate fare una partita a tennis con i vostri eroi preferiti, sia che vogliate invece spostare tutto sul competitivo con mirabolanti colpi e scelte d’azzardo legate alle mosse da fare, il nuovo titolo Nintendo farà al caso vostro, mostrandosi un valido compagno per la seconda estate di Nintendo Switch.

Disponibile il PlayStation Plus da 1 anno a 43,50 €: cliccate qui per acquistarlo e usate il codice GAMELEGENDSPSP!

Potete anche acquistare una ricarica da 50€ per il PlayStation Store a 38€! Ecco il link per l’acquisto, ricordatevi di utilizzare il codice GAMELEGENDS50.

Recensione
  • Mario Tennis Aces
    8Voto Finale

    Mario e compagni tornano, racchette alla mano, in un capitolo dedicato al tennis completo ed esaustivo. Mario Tennis Aces presenta alcune piccole problematiche, ma il gioco nella sua totalità riesce a offrire un'esperienza varia, ben strutturata e adatta ad ogni giocatore. L'arrivo futuro di altri personaggi e campi di gioco potrebbe espandere un titolo che, già così, si preannuncia un'eccellente gioco estivo, e non solo.

    ISCRIVITI ALLA NOSTRA

    Login
    Loading...
    Sign Up

    New membership are not allowed.

    Loading...