fbpx

MARVEL Future Revolution: quando il gioco mobile batte la versione console

Oggi vogliamo spiegarvi come mai MARVEL Future Revolution, pur essendo un gioco mobile, non ha nulla da invidiare ai titoli console più famosi.

Diciamocelo senza tanti giri di parole, la console war sta lentamente raggiungendo un nuovo livello: sebbene nel corso del tempo il divario tra le due grandi di casa Sony e Microsoft vada via via sempre più assottigliandosi, un altro player si sta lentamente ma inesorabilmente aggiungendo alla partita, un temibile avversario che tenete in mano molto spesso nel corso della vostra giornata, lo smartphone. Nello specifico, giusto pochi giorni fa è uscito MARVEL Future Revolution, titolo free-to-play che ha da subito conquistato le masse, forte appunto di una fruizione gratuita (quantomeno in prima battuta); avendo messo le mani fin da subito sul gioco e visto che lo sto giocando tutt’ora senza staccarmici nemmeno per un minuto, ho deciso di raccontarvi la mia esperienza e di aprire un discorso su uno scenario più ampio: se un titolo come questo fosse approdato oggi anche sulle console moderne, avremmo davvero avuto bisogno dell’attuale titolo disponibile su PC e console prodotto da casa Square Enix?

Avengers del futuro

MARVEL Future Revolution è un gioco sviluppato da Netmarble, noto sviluppatore per titoli da smartphone e già qui i più potrebbero pensare di stare innanzi al solito giochino senz’anima che sfrutta la solita scusa della grande IP per far parlare di sé, ma posso assicurarvi che la situazione è completamente diversa. La trama che va dipanandosi nel gioco è piuttosto banale: gli universi sono collassati e gli Avengers di tutte le realtà hanno fondato un team più ampio, il gruppo Omega, pronto a difendere quel che resta dell’universo. Sebbene gli amici non mancheranno (non a caso nel quartier generale è possibile incontrare tre diversi Spider-Man o vari Dr. Strange), i nemici saranno altrettanto agguerriti e dovremo affrontare diverse versioni di Ultron, Teschio Rosso e ovviamente Thanos. Potendo scegliere tra Iron Man, Spider-Man, Star Lord, Captain America, Captain Marvel e Dr. Strange come personaggi, starà quindi a noi potenziarli e renderli virtualmente invincibili.  Presa confidenza con i tasti principali (un tutorial vi guiderà passo passo) vi ritroverete a svolgere le più disparate missioni che, sebbene alla lunga potrebbero risultare ripetitive, si caratterizzazione per tutta una serie di obiettivi e attività capaci di divertire e intrigare per ore e ore. Nel gioco ho scelto di impersonare Iron Man come eroe principale ma in-game è comunque possibile sfruttare tutti gli slot disponibili così da creare tutti i personaggi di cui sopra per poterne saggiare le varie abilità e caratteristiche intrinseche. Quello che vedete qui sotto è il mio attuale personaggio principale, lo utilizzerò ad esempio.


Ho deciso di concentrarmi su di lui e solo successivamente mi sono voluto dedicare agli altri personaggi, non per niente gli slot a mia disposizione sono ancora liberi. I più esperti avranno notato l’armatura dedicata alla saga Guerra dei Regni, avvenuta qualche anno fa sulla carta stampata: il gioco pesca infatti qua e là sia dall’universo cinematografico sia dal mondo dei fumetti, il tutto mescolato a qualche aggiunta inedita. E’ possibile potenziare il proprio personaggio sia attraverso le armature che vanno da una a sei stelle di potenza, finanche ad arrivare ad altre stelle aggiuntive che si raggiungono spendendo la valuta del gioco in accoppiata con risorse che potrete sempre ottenere in-game. Il gioco è particolarmente stratificato e ci sono innumerevoli abilità, nuove zone esplorabili e situazioni specifiche dall’elevato tasso adrenalinico che si aprono man mano che si livella. Ad esempio la sezione PvP non si può sbloccare fino a che non si raggiunge il livello 61 come minimo, e infatti essendo al 46 non ho ancora avuto modo di accedervi; pensate che esiste anche una modalità che si sblocca al livello 99, per cui ce n’è di roba da fare!

E’ possibile formare squadre di quattro eroi con i propri amici per affrontare specifici dungeon che culminano il più delle volte in boss.fight tutt’altro che banali e anzi, senza un’attenta gestione delle risorse sarà molto facile veder sopraggiungere il fatidico Game Over. A livello estetico il gioco appare spettacolare: da patito della componente tecnica quale sono, devo dire che tenuto tra le mani ha saputo caratterizzarsi per una qualità generale che non avrebbe nulla da invidiare a titoli moderni che escono giorno per giorno su Steam o simili. Ovviamente, non manca lo shop, accompagnato dalle proverbiali “micro-transazioni”: nulla di anomalo, dopotutto da qualche parte i soldi devono pur entrare e visto che il gioco è di fatto interamente fruibile in modalità free-to-play, acquistare è una scelta più che un imposizione. Certo, se spenderete soldi, arriverete prima alla meta: ad esempio per ottenere l’armatura di cui sopra ho speso circa dodici ore di gioco, anche se avrei potuto semplicemente spendere dei soldi e ottenere subito quello che volevo. Nello screenshot qui sotto potrete farvi un idea di quello che potreste acquistare nello shop sia spendendo diamanti (che sono reperibili giocando ma che potrete comunque acquistare), sia spendendo denaro reale.

Omega Avengers

Bastano pochi secondi in-game per capire come MARVEL Future Revolution abbia messo sul piatto un nuovo tipo di videogioco, un prodotto che ti permette di scegliere come comportarti e che supera le barriere date dal prezzo iniziale di acquisto del titolo, cosa che invece accade per titoli più famosi come il ben noto Marvel’s Avengers, disponibile oggi a una cifra che, per quanto bassa, resta comunque più alta del semplice “prendi uno store virtuale e scarica un app”. Personalmente, la mia esperienza in-game la sto vivendo su uno smartphone creato appositamente per giocare, ovvero un Asus Rog Phone 2, quindi posso godere di un’esperienza ludica pari a quella che avrei su una console; detto questo, ho voluto testare l’avventura anche su un cellulare che rientrasse nella fascia media, vecchio di circa due anni e comprato a un prezzo inferiore ai 200€, un prodotto ben lontano dal top di gamma che comunque mi ha permesso di godere della produzione con estrema tranquillità.

Perché, quindi, un gioco di questo stampo si è rivelato in grado di superare un prodotto caratterizzato per un budget ben più esoso e sviluppato da un team estremamente più ampio? La risposta a questa atavica domanda è intrinseca nella domanda stessa; l’offerta è più veloce, non è necessario recarsi in negozio per fruire del titolo e non serve nemmeno pagare, basta scaricare il tutto e testare con i propri occhi, se ti piace ci spendi del tempo (o soldi, a scelta) altrimenti puoi disinstallare il prodotto. Il gioco è stratificato e permette di vivere un’esperienza sempre nuova, inoltre sono presenti diversi aggiornamenti ed eventi settimanali pensati per offrire sempre qualcosa di nuovo, mentre alcune modalità giornaliere offrono ogni 24 ore qualche nuova opzione su cui fare affidamento, così da variare la routine del farming. Esiste inoltre anche una modalità “Auto-Pilota” che consente al giocatore di fare altro mentre il suo eroe prosegue la missione; ad esempio mi basta partecipare attivamente a Boss-fight e dungeon a squadre anche particolarmente complessi per poi lasciare che l’intelligenza artificiale faccia il suo dovere! La praticità di averlo poi sempre in tasca e poter fare quelle due o tre missioni al volo mentre sono in giro non ha prezzo: il titolo viaggia fluidamente anche solo con tre mega di connessione, il che rende qualsiasi zona – o quasi tutte – valida per farsi una piacevole partitina.

E’ possibile interagire con gli amici, aiutarsi a vicenda a superare le missioni più dure e scambiarsi gettoni giornalmente, oltre a poter fondare una propria Alleanza, che per i giocatori più vecchi altro non che una “gilda” personale dove potenziare ulteriormente il gruppo. Insomma, MARVEL Future Revolution getta le basi per un nuovo modo di concepire e fruire un gioco che è sì mobile, ma che ha un peso del tutto diverso: se un titolo del genere approdasse anche su console e l’account fosse condiviso, probabilmente si aprirebbe un diverso scenario, lì dove potrei giocare sul divano di casa e poi uscire portando con me i miei progressi su cellulare. Invero, giochi di questo stampo già esistono, basti pensa a titoli quali Hearthstone di Blizzard o Fortnite di Epic Games, ma un action-adventure in grado di contare su un’IP di tale valore ancora latita, seppur in futuro proprio questo MARVEL Future Revolution potrebbe porsi come valida opzione in tale campo.

Game Legends Stories

ISCRIVITI ALLA NOSTRA

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...