fbpx

Michael Pachter: “non credo che tutti i giochi next-gen costeranno 80 euro”

Stando alle recenti parole di Michael Pachter, noto analista del Wedbush Securities, difficilmente il prezzo dei giochi next-gen sarà di 80€.

  • Home
  • Games
  • News
  • Michael Pachter: “non credo che tutti i giochi next-gen costeranno 80 euro”

Diversi publisher hanno deciso, in vista del debutto delle console di nuova generazione di Sony e Microsoft, di aumentare i prezzi di alcuni dei loro prossimi giochi in uscita. Take-Two è stata la prima a fare “il grande passo” con NBA 2K21, per poi essere seguita a ruota da Activision (con Call of Duty: Black Ops Cold War) e da Sony stessa, confermando che diversi titoli first-party (tra cui Demon’s Souls Remake, Destruction AllStars e Marvel’s Spider-Man: Miles Morales Ultimate Edition) potrebbero arrivare sugli scaffali nei nostri negozi di fiducia al prezzo di 80€, vedendo un incremento (rispetto gli attuali giochi PS4) di ben 10€.

Diversi esperti del settore sostengono che l’ormai imminente next-gen videoludica sarà caratterizzata da questo “lieve” rincaro, anche se non è dello stesso avviso Michael Pachter, noto analista del Wedbush Securities. Durante una sua recente intervista ai microfoni di GamingBolt, Pachter ha suggerito che i singoli casi di aumento dei prezzi non devono necessariamente indicare l’inizio di una “nuova” tendenza. Vi riportiamo nel dettaglio quanto dichiarato:


Dipende da quello che sarà il prezzo consigliato dei giochi disponibili per una determinata console. Microsoft è stata abbastanza chiara con lo Smart Delivery, ribadendo che garantiranno aggiornamenti gratuiti per i titoli di attuale generazione. Quindi, se tale feature è davvero gratuita, a meno che la casa di Redmond non aumenti il ​​prezzo dei giochi su Xbox One, da 70 a 80€, non credo li venderanno a 80€. Da loro i titoli next-gen continueranno a costare 70€.

Penso che 2K fisserà il prezzo a 80€ per “sconvolgere” i propri clienti. Posso capire che ne vale la pena, che l’inflazione è importante e che i prezzi dei titoli sono in costante aumento da anni, ma rimane il fatto che se Sony e Microsoft non “suggeriscono” che il prezzo consigliato per la prossima generazione videoludica è di 80€, gli utenti penseranno che i publisher di terze parti sono avidi nel chiedere 10€ in più per i loro giochi.

Penso che al momento gli editori stanno ancora studiando la strategia da adottare, e la scelta di Sony di piazzare Marvel’s Spider-Man: Miles Morales a 60€ e Demon’s Souls Remake a 80€ non abbia aiutato. Dunque, ribadisco che non tutti i giochi costeranno questa cifra.

In attesa di scoprire come evolverà la vicenda, e se Michael Pachter avrà ragione, vi ricordiamo che Xbox Series X e Series S debutteranno in Italia il prossimo 10 novembre (al prezzo di 499,99€ e 299,99€), mentre PlayStation 5 e PlayStation 5 Digital Edition saranno disponibili all’acquisto a partire dal 19 novembre 2020, rispettivamente al costo di 499,99€ e 399,99€. Inoltre, se volete saperne di più sulle console di nuova generazione del colosso giapponese, sulla line up e sui prezzi a confronto con le vecchie generazioni, potete consultare al seguente link il nostro speciale.

 

Game Legends Stories

ISCRIVITI ALLA NOSTRA

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...