fbpx

Monster Hunter: World – Recensione

Il Nuovo Mondo Ci Attende

Ci siamo presi del tempo per spolpare il titolo Capcom che pare abbia battuto tutti i record di vendita sulla console nipponica, PlayStation 4. Monster Hunter: World arriva su console fissa dopo moltissimi anni dalla sua prima comparsa su PlayStation 2 e lo fa in grande stile: quello che sorprende è che il titiolo ha mantenuto la sua anima ma si è del tutto rinnovato, modernizzato per la precisione. Bando ai convenevoli, è tempo di fare rotta verso Astera!

Un Nuovo Mondo

Nel mondo di gioco interpreterete un cacciatore della quinta divisione (oppure una cacciatrice, potrete scegliere il genere del vostro protagonista a piacimento), inviato nel nuovo mondo per scoprire il mistero che si cela dietro gli antichi draghi. Ogni dieci anni infatti, gli antichi compiono un viaggio verso questo mondo inesplorato e non se ne capisce il motivo, ma pare che questa traversata porti con sé diversi cambiamenti a livello climatico, cambiamenti che sconvolgono l’intero pianeta e che potrebbero essere l’origine della vita e della morte. La vostra missione è quella di seguire un drago leggendario, che in effetti è più simile ad una montagna: lo Zorah Magdaros vi darà del filo da torcere in più di un’occasione. Grazie all’aiuto dei personaggi non giocanti come l’Attendete ed il Capitano, la vostra avventura al fianco del vostro fedele Palico (un animaletto a metà tra un gatto ed un essere umano), si dipanerà in oltre cinquanta ore di gioco, fatte di ricerca e sorprese a non finire. Il comparto storia è ottimamente bilanciato e sebbene guidi il giocatore attraverso un semplice sistema di quest, non annoia mai e offre ottimi spunti per la personalizzazione della propria avventura. Ottima anche la narrazione che, con filmati sapientemente orchestrati, fa davvero sembrare di ritrovarsi nel mezzo di epiche battaglie al fianco di personaggi mai banali e perfettamente caratterizzati.

Monster Hunter World

A Caccia di Mostri… con un Gatto!

Poco fa vi stavamo parlando di questo particolare compagno d’avventura, il Palico, l’animaletto che ci accompagnerà in ogni missione su Astera. Non sottovalutate assolutamente questo personaggio, sarà una risorsa fondamentale, in quanto oltre a poterlo vestire con le più disparate armature, questo gattino vi curerà sul campo di battaglia, raccoglierà per voi utilissimi oggetti, vi segnalerà la presenza di materiali rari, vi risveglierà dallo status “sonno”, attirerà i mostri verso di lui, fronteggiando senza paura i più terrificanti nemici che potrete incontrare. Insomma possiamo ben dire che il Palico non vi abbandonerà mai e sarà sempre al vostro fianco. Non solo: nelle mappe che saranno il vostro territorio di caccia, potrete incontrare dei Palico selvatici e farli diventare amici con il vostro gatto, così da aumentare il numero di alleati al vostro fianco! Il Palico abbandonerà la caccia solo se vi unirete ad altri giocatori, per la precisione, con l’ingresso del terzo cacciatore nel party, i gattini andranno a riposo nel campo base.

Spiegata la questione circa l’uso del micio, parliamo del comparto tecnico: il gioco si apre con quella che probabilmente è la caratterizzazione del personaggio più profonda che si possa immaginare. Potrete scegliere qualsiasi sfumatura del vostro protagonista (e del Palico che vi seguirà), ad esempio nel nostro caso ci siamo divertiti a provare le diverse sfumature di cicatrici e tatuaggi possibili sul corpo del nostro protagonista. Proseguendo, ci troviamo davanti ad un gioco “binario”, ovvero il giocatore viene guidato attraverso un sistema abbastanza semplice di missioni, basate su un grado di sfida detto “Livello del Cacciatore”: esistono missioni di ricerca informazioni, nelle quali basterà seguire le tracce del mostro, scovare la sua tana o le sue prede preferite; altre missioni vi porteranno all’uccisione od alla cattura del mostro. Se non volete seguire la trama principale, potrete cimentarvi nelle missioni “taglia” o nella semplice “esplorazione” che vi permetterà comunque di incontrare i mostri più pericolosi. A differenza di una missione, in questo caso potrete essere sconfitti tutte le volte che vorrete e potrete scoprire tutte le zone della mappa che, in genere, si dipana in tre livelli d’altezza e rivela diversi passaggi segreti e scorciatoie. Se vi imbarcherete in una esplorazione, non otterrete ricompense specifiche al vostro ritorno alla base, ma potrete comunque tornare con il vostro bottino di oggetti ed informazioni reperite nella mappa.

Mappe: avrete a disposizione due basi, Astera e Laboratorio di Ricerca; la mappa principale che sfrutterete sarà Astera in quanto offre molte più opzioni: bacheche per scegliere la missione, orto botanico per la coltivazione delle vostre risorse, cassa degli oggetti, ricerca e sviluppo sui mostri, la vostra stanza, un luogo dove riposare o inviare in spedizione i simpatici Palico dei vostri amici (questa operazione è detta Safari e con la spesa di semplici punti potrete inviare in missione i micetti dei vostri amici per reperire oggetti e materiali rari). Non finisce qui, ad Astera troverete infatti la cuicina con il Mewuscoloso (un Palico molto forzuto) pronto a cucinare prelibatezze che vi renderanno più forte in battaglia per breve tempo, potrete mangiare prima di una missione e durante una missione consumare un pasto extra, questo vi renderà delle vere macchine da guerra, è un operazione fondamentale per affrontare le più complesse missioni di caccia.

Il cuore pulsante di Astera è la Forgia, il luogo dove passerete più tempo degli altri: qui potrete scegliere quale armatura forgiare, quale arma potenziare e sopratutto come. Esistono armi diverse in Monster Hunter: World, ciascuna con la sua peculiarità ed utilizzo esclusivo:

  • Spadone: pesante arma da attacco con la possibilità di parare colpi;
  • Spada e Scudo: Set di armi rapido e ben bilanciato;
  • Martello: l’arma più lenta e pesante che troverete nel gioco ma con una potenza d’attacco a corto raggio devastante;
  • Balestra piccola: rapida e simile a fucili d’assalto, possiede diversi tipi di munizioni possibili;
  • Balestra pesante: simile alla controparte ma con maggiore potenza d’attacco a scapito della velocità;
  • Arco: classico ed inimitabile, anche quest’arma possiede diverse tipologie di proiettili;
  • Corno da Guerra: simile al martello di cui sopra, garantisce diverse capacità alla squadra se suonato durante la battaglia;
  • Spada lunga: la regina del taglio netto, una immensa Katana pensata per i più esperti cacciatori;
  • Lancia: una lancia con scudo che conferisce una difesa speciale a discapito della potenza d’attacco;
  • Lancia pistola: un’arma polivalente, simile alla lancia e forte di uno scudo torre per difendersi, può sparare al nemico a corto raggio durante una combo;
  • Doppie Spade: arma rapidissima e devastante se ben utilizzata, possiede una modalità Demone peculiare;
  • Spadascia: simile allo Spadone da guerra ma senza la possibilità di difendersi, bensì può trasformarsi in una pericolosa ascia gigante;
  • Charge Blade: combinazione di spada corta e scudo gigante che se fuse insieme, possono diventare una gigantesca ascia e sfoderare attacchi elementali devastanti;
  • Kinsetto: un bastone da guerra che permette l’uso di un insetto infiltrante che infligge danni mentre combattiamo il mostro con il bastone, è probabilmente l’arma corpo a corpo più complessa da utilizzare ma se ben sfruttata vi renderà, virtualmente inavvicinabili.

Ogni arma o armatura in Monster Hunter: World, può essere forgiata e migliorata partendo da tre macro basi: “ferro”, “osso” e “drago”. Esistono fino ad otto livelli di potenza delle armi e delle armature. Le armature in Monster Hunter: World possiedono diverse capacità intrinseche, infatti queste sbloccano abilità specifiche: ad esempio i guanti forgiati con i pezzi della Rathian, vi daranno un bonus all’avvelenamento della vostra arma, se troverete un altro pezzo di armatura che vi darà lo stesso bonus, questo aumenterà di livello fino al quarto scalando di volta in volta in potenza; diciamo che il gioco punta a farvi mischiare i set di armatura in modo da scegliere in che direzione puntare. Ogni armatura di livello cinque o superiore, esiste in due modalità: Alpha o Beta. La prima possiede due abilità predefinite, la seconda vi lascia una abilità predeterminata e un castone nel quale inserire una gemma, questa vi darà l’abilità che preferite, all’effettivo è un altro elemento di personalizzazione di gioco oltre che estetico, infatti le versioni sono leggermente diverse visivamente. Ogni set di armatura di livello sei o superiore inoltre possiede dei bonus specifici: abilità uniche che si attiveranno se utilizzerete un minimo di tre pezzi dello stesso set contemporaneamente, tenendo presente che avete cinque slot di armatura. Potrete scegliere anche il colore delle vostre armature una volta forgiate.

Tornando alle armi, queste possono essere potenziate come più preferite, tenendo conto che un determinato albero di potenziamento cambierà sia l’aspetto dell’arma che il suo danno elementale che si dipana in acqua, ghiaccio, fuoco, drago, elettrico, paralizzante e velenoso.  Analogamente alle armature, le armi di alto livello, dal settimo all’ottavo possiedono uno slot per una gemma che potrete scegliere a piacere.

Esistono anche abilità nascoste all’interno delle armi, che vengono sbloccate se indosserete un determinato tipo di equipaggiamento, peculiare all’arma in questione: il divertimento sta nello scoprirle tutte! Le missioni si dividono in storia, taglie, secondarie ed esplorazioni: potrete postare sulla bacheca una quest alla volta ed ottenere aiuto dei giocatori nella vostra stessa lobby oppure unirvi voi ad una missione mediante il segnalatore S.O.S. che qualsiasi cacciatore può utilizzare in battaglia. Esistono anche missioni Eventi che durano un determinato numero di giorni, sono molto difficili e pensate per essere completate in gruppo.

Una Rinascita

Monster Hunter: World è davvero la rinascita di se stesso: dal punto di vista visivo è spettacolare, con un frame rate sempre fisso e fluido, nessun rallentamento in termini di gioco, nessun caricamento da una zona all’altra della mappa, caratterizzazione e bio diversità dell’ambiente pazzesca, non a caso vi perderete davvero di fronte ai dettagli, come piccoli esseri che strisciano, scarabei stercorari che trasportano cibo, avvoltoi, piccole lucertole, pesci che nuotano e che potrete pescare, insetti e fiori di ogni genere. La fluidità di gioco non cala nemmeno con quattro giocatori a schermo e più di cinque mostri giganti contemporaneamente: abbiamo testato i limiti del tritolo sia su Sony PlayStation 4 che su PS4 PRO, unica nota “negativa” è che forse, il sistema della versione base, alle volte fatica un pochino e sentirete le ventole della vostra console strillare non poco, mentre nella versione potenziata della casa giapponese, potrete scegliere se potenziare la risoluzione grafica o gli FPS. Difetti tangibili del gioco non ce ne sono, eccetto un feedback di impatto dell’arma sui mostri poco soddisfacente, auspichiamo in un potenziamento di questo dettaglio. Siamo davanti ad un titolo che stravolge la serie, storicamente un gioco hardcore e poco malleabile, in questa versione, Monster Hunter: World si rivela e permette a tutti di approcciare al gioco, sia che siate dei cacciatori neofiti od esperti.

L’alimentatore Corsair CX550F RGB è disponibile a un prezzo scontato su Amazon.

Consigliato anche il monitor da gaming ASUS ROG STRIX XG32VQR, ecco il link per acquistarlo a un ottimo prezzo.

Recensione
  • Monster Hunter: World
    9.5Voto Finale

    Monster Hunter: World è un titolo per palati fini: si, differisce dai dettami della serie perché consente un approccio più casual, perfetto per i neofiti ma la sua anima hardcore si fa sentire ed ai livelli più avanzati, è richiesta una certa dose di capacità manuali e preparazione tattica per affrontare i mostri più temibili.

    Login
    Loading...
    Sign Up

    New membership are not allowed.

    Loading...