fbpx

New World – Anteprima del primo titolo realizzato da Amazon Game Studios

Amazon Game Studios mostra il suo primo titolo, New World, con un trailer ai The Game Awards 2019. Ecco l'analisi e l'anteprima del gioco.

  • Home
  • Games
  • Editoriale
  • New World – Anteprima del primo titolo realizzato da Amazon Game Studios

Nel corso della premiazione dei The Game Awards 2019, tra un annuncio a sorpresa e gradite conferme, torna a farsi mostrare seppur con un semplice trailer il primo titolo in sviluppo presso gli Amazon Game Studios. Il gioco in questione, New World, è un progetto ambizioso, denso di meccaniche tratte da numerosi generi come i survivol, gli MMO, i sandbox, i cooperativi e i competitivi in squadra. Insomma, diversi stili di gioco che, se messi nel giusto ordine, possono dare vita a un titolo davvero enorme e interessante. Gli accostamenti ad altri lavori di software house già rodate non sono mancati; Ultima Online per esempio, ma anche survivol come The Forest o Rust sembrano essere quei titoli da cui Amazon abbia attinto per la realizzazione del proprio progetto. In sviluppo da oltre due anni, il gioco è ambientato nell’America del 17esimo secolo, la cosiddetta era delle “esplorazioni“.

Un mondo da scoprire

Proprio durante un esplorazione verremmo catapultati sull’isola di Aeternum, un luogo ricco di una potente sostanza denominata Azoth ritenuta una fonte di vita eterna. Una volta approdati dovremmo sopravvivere combattendo contro gli altri giocatori, che magari non ci vedono di buon occhio, e contro i “Corrotti”, entità magiche di cui non è stato svelato ancora molto. Queste terre inesplorate sono infatti il covo del soprannaturale e, come tale, gli invasori non sono ben visti. Starà a noi scegliere di fare le giuste alleanze, creare una base per il futuro in condivisione con le altre persone, specializzarci in un arte o in un mestiere grazie a un sistema complesso di crafting che ci permetterà di far progredire il nostro personaggio come in un RPG. Proprio come il titolo suggerisce, queste terre, che potranno accogliere la bellezza di 10 mila utenti connessi, rappresentano il nuovo mondo pronto ad essere colonizzato e reso migliore grazie al nostro contributo e alla realizzazione di nuove e fiorenti civiltà.

Nel nuovo trailer mostrato alla kernesse non si sono viste scene di gioco, ma un semplice video con diversi personaggi e entità magiche che popolano l’isola. All’inizio del filmato possiamo notare quelli che a tutti gli effetti sembrano essere due animali durante uno scontro in una zona rigogliosa di verde. Il tempo passa, e la verdeggiante isola muta, si deteriora, gli alberi perdono il loro fogliame e la scultura al centro di tutto, seppur in buona parte distrutta, rimane e svela una misteriosa pietra. Tre uomini con indosso delle armature si avvicinano, uno di loro la prende e subito viene sopraffatto da una luce rossa.

Di nuovo gli anni passano, l’isola continua a deteriorarsi e a diventare sempre più grigia mentre nuovi esploratori, questa volta con delle armature più moderne, arrivano di fronte alla statua. La mistica pietra non ha più nessun effetto, ma quelli che prima erano tre guerrieri “sani” ora sono i “Corrotti” del gioco che assalgono i nuovi avventurieri insieme a delle creature magiche fino a sopraffarli, trasformandoli a loro volta. Subito dopo centinaia e centinaia di uomini ormai sopraffatti si dirigono verso un forte che sta cercando di difendersi da questa forza misteriosa dell’isola. Lo scontro verrà pagato a caro prezzo, chiudendo il video con un primo piano su una misteriosa donna guerriera con al collo la mistica pietra.

Padroni di sé stessi

In New World saremo liberi di scegliere chi diventare e quale strada intraprendere; esploratori, soldati, fabbri o agricoltori sono solo alcuni dei numerosi mestieri con i quali potremo specializzarci per realizzare una nuova civiltà. Sarà altresì fattibile scegliere di essere dei banditi, di stringere alleanze per combattere assieme all’oscurità o di essere degli “uomini di mondo” e isolarci da tutto e tutti con i relativi rischi e pericoli, vivendo quindi di caccia e pesca che la natura saprà offrirci. Tutto, o quasi, sarà possibile in queste terre inesplorate pronte a diventare la base di future colonie. Queste variegate possibilità sono dovute in grande parte all’eccellente sistema di crafting che il gioco propone. Ogni oggetto all’interno del gioco sarà infatti costruibile dai giocatori. Amazon Game Studios ha inoltre dichiarato che non sarà presente una rigida suddivisione di classi per consentire a tutti quanti di seguire la propria vocazione o di cambiare in corso d’opera senza porre alcun limite.

Novità di rilievo riguarda invece il sistema delle quest. Se in un classico GDR siamo abituati a prendere degli incarichi in cambio di ricompense, o ad esempio cercare dei materiali precisi in un determinato luogo per poi realizzare un arma con quei componenti, in New World i ruoli possono invertirsi. Saremo noi a chiedere agli altri di fornirci determinati materiali, magari a dei mercenari di turno, con la promessa di contestualizzarlo all’interno di un’economia fatta di scambi e interazione gli uni con gli altri per il successo comune che è appunto quello di creare un nuovo mondo. Combattere per la sopravvivenza contro guerrieri di epoche diverse e una natura selvaggia, realizzare armi e armature per non lasciarci la pelle, raggruppare quanti più giocatori per favorire l’organizzazione e creare delle gerarchie sociali sono le componenti base del primo titolo sviluppato da Amazon che entra di prepotenza nel mercato videoludico.

new-world

Il gioco uscirà a maggio 2020 su Steam ed è preordinabile al costo di 39,99€ o 49,99€ per la versione Deluxe. Inoltre, è stato annunciato che ad aprile sarà possibile partecipare alla Closed Beta per chi preordinerà il gioco ricevendo anche contenuti in-game esclusivi.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...