fbpx

Override 2 Super Mech League – Recensione di mecha lottatori

Override 2 Super Mech League è un titolo molto interessante ma che soffre di tantissimi problemi che soffocano il buono che c'è.

Override 2 Super Mech League parte da un presupposto estremamente semplice ma potenzialmente intrigante, enormi robot da combattimento che devono menar le mani. Dunque, a un primo sguardo il titolo di Modus Games sembrerebbe possedere tutte le carte in regola per apparire agli occhi del pubblico come un’esperienza adrenalinica e divertente… ma purtroppo le cose non stanno proprio così. Un picchiaduro a tema mecha potrebbe ricordare molto da vicino i vecchi videogiochi dedicati ai Transformers, e la sua uscita su praticamente tutte le piattaforme – PlayStation 4, Xbox One, PC, Nintendo Switch, PlayStation 5 e Xbox Series X | S – potrebbe far pensare a un’opera realizzata con cura, peccato solo che basti veramente poco per veder crollare il traballante castello di carte messo in piedi dal team.

Riflessi “inesistenti”

Non vogliamo girarci troppo attorno; purtroppo, Override 2 Super Mech League non è un buon gioco. È legnoso, le combinazioni di tasti non si collegano bene tra di loro e sono davvero poche, così come non sono poi così tanti i mecha a disposizione (sono appena venti). A ben vedere, pur riprendendone alcune caratteristiche, la produzione si tiene a debita distanza dai picchiaduro più classici, sia per un numero di mosse particolarmente limitato, sia per una struttura di controllo e gestione del proprio robot quantomeno atipica, lì dove ogni arto sarà controllato da un tasto specifico. L’idea, che inizialmente appare indubbiamente intrigante, si scontra però con una totale mancanza di fluidità nei movimenti e con una legnosità talmente problematica da rendere a tratti ingestibile gli scontri. Ma quali sono le possibilità proposte da Modus Games per Override 2 Super Mech League? Beh, ovviamente è possibile giocare in modalità co-op (sia locale che online) e in multiplayer.

override 2 super mech league recensione

La modalità storia del primo capitolo è stata sostituita dalla League, in cui è possibile giocare contro la CPU in collaborazione con altri giocatori (se non saranno disponibili, verranno sostituiti dall’IA). Il tutto, però, avrà un motivo d’essere, riassumibile nel nostro agente, il quale vedrà in noi del potenziale e ci spingerà a lottare per ottenere sempre più attenzioni e divenire i campioni incontrastati del campionato. A ben vedere, comunque, il tutto serve solo da contentino per tentare di differenziare – malamente – il normale multiplayer dalla trama. Il nostro obiettivo sarà vincere tutti gli incontri e cercare di passare da una F a una S. Inoltre, giocando e vincendo i match guadagneremo soldi o, ancora, utili bonus che però verranno sbloccati solo nel caso in cui dovessimo compiere determinate azioni, come bloccare un certo numero di attacchi o eseguire determinate mosse. I tipi di scontri sono: 1 contro 1, 2 contro 2 e tutti contro tutti.

La moneta di gioco serve per sbloccare altri mecha e personalizzare quelli in nostro possesso, ma qui arriva un altro problema per Override 2 Super Mech League: manca profondità alla personalizzazione. Con questo intendiamo dire che l’opera si limita a colori diversi per gli arti e pochissime decorazioni. Non cambia davvero molto dalla versione base a quello che possiamo creare, il che è certamente un peccato, visto il suo essere anche un gioco online. Possiamo dire che purtroppo Override 2 Super Mech League è un titolo nato con la ruggine addosso, nel senso che sembra già “vecchio”, come comprensibile guardando il povero combat system presente. Le animazioni dei mecha sono quasi tutte uguali e non c’è alcun tipo di strategia da poter applicare in combattimento, semplicemente ci si limita a premere tutti i tasti sperando che accada qualcosa a schermo. E purtroppo, tutto questo non diverte, visto che anche nei picchiaduro o beat ‘em up più leggeri è comunque presente un minimo di strategia che possa andare a stratificare l’esperienza. Quantomeno, le mappe appaiono piacevolmente diversificate, per quanto prive di qualsivoglia elemento con cui interagire.

Tecnicamente sufficiente

Parlando da un punto di vista spiccatamente tecnico, Override 2 Super Mech League è un gioco appena sufficiente. Durante le nostre prove non abbiamo avuto problemi tecnici gravissimi come bug o glitch. L’unico vero problema è ciò che rovina il gameplay, cioè quel lieve input lag che non permette la concatenazione delle combo, se non quando si preme il tasto ripetutamente, creando quella sensazione di legnosità già citata poco sopra. Visivamente l’esperienza non brilla, ma bisogna pur sempre considerare le barriere tecniche imposte da Nintendo Switch e da un budget tutt’altro che esaltante.

override 2 super mech league recensione

Proprio in ragion di ciò, anche se la risoluzione non è altissima, il gioco appare abbastanza godibile. Gli effetti visivi non rimangono impressi e sono piuttosto semplici, così come la soundtrack o gli effetti sonori. In poche parole, Override 2 Super Mech League urla mediocrità da ogni pixel. Un peccato, visto che sarebbe potuto essere un buon titolo per far tornare la voglia di picchiaduro a tema mecha, un sottogenere che manca da un po’ nel mercato videoludico moderno.

Ne vale la pena?

Vale quindi la pena acquistare Override 2 Super Mech League? La risposta è no, soprattutto nel caso in cui siate appassionati di picchiaduro; inoltre, ci sentiamo di sconsigliarlo a chiunque sia in cerca di una sana sfida. Proprio in ragion di ciò, infatti, potremmo consigliarlo più a coloro che vogliono perdere del tempo insieme agli amici senza troppe pretese, anche se l’input lag potrebbe far svanire velocemente la voglia di giocare. Dunque, nonostante il prezzo piuttosto accessibile, finché alcuni errori non verranno eliminati o non ci saranno delle migliorie, vi consigliamo di volgere il vostro sguardo altrove.

Un peccato, un colpo in canna completamente sprecato quello di Modus Games, la quale questa volta non è riuscita a dare il meglio di sé durante le fasi di sviluppo della sua creatura. Rimane comunque un progetto interessante, e non è detto che qualche patch non possa risolvere i problemi più sofferti. Tutti ricordiamo il combat system di The Witcher 3 al lancio, vero? Certo, CD Projekt RED e Modus Games sono due software house completamente diverse, ma non è detto che qualcosa di “rotto” non possa essere aggiustato; e noi non possiamo che sperare sia così.

Recensione
  • Override 2 Super Mech League
    5Voto Finale

    Un videogioco che non brilla sotto nessun punto di vista, ma che con il suo comparto tecnico (seppure anonimo) riesce a tenersi a galla. La legnosità del combat system e la non-trama rovinano la longevità del titolo. Sicuramente, delle patch potrebbero migliorare un po' la situazione del titolo, ma non è consigliato per chi è appassionato di picchiaduro.

    Versione Provata: Nintendo Switch

      ISCRIVITI ALLA NOSTRA

      Login
      Loading...
      Sign Up

      New membership are not allowed.

      Loading...