fbpx

Pest Control – Anteprima, nei panni di un disinfestatore

Un incontro tra un gestionale ed un tattico a turni in questo indie game, disponibile su Steam, tutto da scoprire
  • Games
  • Anteprima
  • Pest Control – Anteprima, nei panni di un disinfestatore
GL_Masthead_780x260_live

Oggi parliamo di un titolo piuttosto particolare che unisce le meccaniche di un gestionale a quelle di uno strategico a turni. Il gioco in questione si chiama Pest Control ed è sviluppato dallo studio polacco indipendente EON46, con sede a Cracovia. Disponibile in early access su Steam dal 5 novembre 2020, Pest Control ci mette nei panni di un disinfestatore alle prime armi che dovrà prendere le redini dell’azienda di famiglia. Gli strumenti che potremo sfruttare saranno principalmente trappole ed insetticidi mentre i nostri più acerrimi nemici spazieranno da ratti giganteschi a ragni non tanto amichevoli, fino ad arrivare a letali vespe e procioni ben poco raccomandabili. Lo scopo della nostra avventura sarà quello di risollevare la nostra attività lavorativa, cercando di completare tutti gli incarichi che i nostri clienti ci chiederanno di risolvere.

Uno strategico piuttosto accessibile

Ludicamente parlando, Pest Control è strutturato come un turn based strategy game con visuale isometrica. Ad ogni turno avremo a disposizione una barra di energia che andrà a calare ad ogni azione che eseguiremo. Sia il movimento del nostro personaggio che l’utilizzo di gadget o di armi sono vincolati da questo parametro. Bisogna dunque dosare le proprie azioni e studiare strategie vincenti per non rimanere invischiati in situazioni spiacevoli. Anche I nostri nemici saranno però soggetti allo stesso meccanismo e, conseguentemente, sarà possibile sfruttare il tutto a nostro vantaggio. Ogni animale da eliminare ha una barra della vita da far scendere a zero e un livello di aggressività che modifica il suo comportamento nei confronti del giocatore. Inoltre ci sono diverse condizioni di stato, come la paura (che impedisce di arrecare danno) o la confusione (che costringe a rimanere fermi per qualche turno), che possono influenzare sia i nemici che il giocatore. Ogni insetto o roditore da sterminare ha diverse resistenze e debolezze ai nostri gadget e strumenti; ad esempio, un pesticida è più efficace contro un ragno oppure un determinato tipo di trappola ha la meglio sui procioni. Bisogna dunque studiare ogni tipo di missione e, in base ai nemici presenti, prepararsi di conseguenza.

Il quartier generale del disinfestatore

L’Hub di gioco non è altro che il quartier generale della nostra piccola attività da ammazza insetti & co. Da qui possiamo selezionare le missioni che più ci aggradano e svolgere tutte le funzioni tipiche di un gestionale per prepararci al meglio. Il Crafting è una delle colonne portanti di Pest Control visto che per poter fronteggiare i nostri nemici avremo bisogno di diversi strumenti del mestiere: ad esempio spray di vario tipo, congegni meccanici per la cattura degli animaletti e armi più dirette comei martelli. Per poter far ciò avremo a disposizione un ampio negozio dove acquistare tutto il materiale che ci serve per la costruzione dei nostri aggeggi di morte. Attraverso la sezione dedicata al profilo del giocatore si possono spendere i punti esperienza, guadagnati completando le missioni, per ottenere power-up passivi di vario tipo, come l’aumento della propria salute oppure un incremento dei danni di determinate armi.

Nella sezione Mappa troviamo invece le varie aree della città dove il nostro alter ego svolge le sue mansioni. Ad inizio gioco è disponibile solo una sezione, con le altre che saranno sbloccabili progredendo nel gioco. Ad ogni porzione della mappa corrispondono diverse missioni (chiamate contratti), tutte diverse tra loro e con determinate richieste da soddisfare. Oltre ad eliminare un certo numero di insetti e altri animali indesiderati, ci potrà essere anche richiesto di pulire le varie aree di gioco, azione possibile grazie ad apposite sostanze acquistabili sempre nel negozio. Inoltre, nei vari livelli potremo trovare oggetti più o meno di valore da poter rivendere in un apposita sezione presente sempre nell’Hub, chiamata Black Market.

Pest Control

Problemi con le missioni

Un lato negativo che ci ha fatto storcere il naso è il fatto di non poter sapere in anticipo tutti gli obiettivi di una determinata missione. Nella schermata dedicata alla selezione dei livelli, infatti, vengono esposti solo alcuni degli obiettivi presenti in quella specifica missione. Questo si traduce in un tedioso ed evitabile problema di mancanza di risorse necessarie per il completamento dei nostri compiti che costringerà, nel peggiore dei casi, ad abbandonare lo scenario incompleto e ricominciare da capo. Un esempio vissuto da noi è stato quello di dover disinfestare una casa dai topi come scritto nelle informazioni della missione, ma una volta iniziata la partita ci siamo resi conto che erano presenti anche dei ragni. Questo ci ha portato ad abbandonare il contratto, visto che non avevamo l’occorrente necessario per affrontare quel determinato tipo di nemici.

Conclusioni

In sostanza Pest Control è un gioco che, nonostante gli evidenti limiti di una produzione indipendente, riesce comunque nel suo primario intento: divertire. Se siete appassionati di gestionali e volete sperimentare qualcosa di più ibrido e particolare, questo titolo potrebbe tranquillamente fare al caso vostro. Per adesso non sappiamo quando il titolo uscirà dall’Early Access ma il team di sviluppo ci ha promesso che saranno aggiunti, per il lancio, diversi contenuti volti ad arricchire l’esperienza di gioco, come nuovi nemici e diversi scenari. Non ci resta dunque che attendere il rilascio del gioco completo e sperare in qualche limatura all’interfaccia di gioco e alla rimozione di sporadiche compenetrazioni dei modelli riscontrate durante la nostra prova.


ISCRIVITI ALLA NOSTRA

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...