fbpx

Philips 328P6AUBREB – Recensione dello schermo di alta fascia per designer e fotografi

Abbiamo avuto la possibilità di testare uno schermo di fascia alta dedicato ai designer e ai fotografi, che soddisfacesse le caratteristiche di

  • Home
  • Tech
  • Recensione
  • Philips 328P6AUBREB – Recensione dello schermo di alta fascia per designer e fotografi

In seguito alla presentazione di alcuni monitor di Philips ed AOC che abbiamo avuto la possibilità di visionare a Milano, mi sono incuriosito sulla eventuale presenza di un monitor dedicato che potesse essere in linea con le mie esigenze, e parlando con il personale presente ho avuto la possibilità di provare uno che soddisfacesse le caratteristiche di sRGB e Rec. 709. Si tratta del Philips 328P6AUBREB, uno schermo di fascia alta dedicato ai designer e ai fotografi.

Packaging

Il monitor è situato all’interno di una grande scatola (ovviamente dati i suoi 32”) con tutte le protezioni del caso e tutti gli scomparti specifici per i cavi, manuali, e documentazioni riguardanti l’oggetto. All’interno è presente anche il piedistallo da montare, inizialmente diviso in due parti. Il montaggio è di semplice ed intuitiva tipologia, richiederà solo un cacciavite per le 4 viti di fissaggio. Posizionato il monitor e collegati i cavi, questo è pronto all’utilizzo.

Design

Design Elegante, finitura in nero con inserti a contrasto, e piedistallo dal design sinuoso e pratico. Usb-C permette di avere tutti i cavi ordinati e collegare il laptop tramite un singolo cavo. Tutte le porte posteriori proposte sono a scomparsa, mentre sono incorporati tasti touch sul lato destro del bordo dello schermo. Sottile e minimale, esalta i 32”.

Specifiche tecniche

Tipo schermo: LCD LCD VA

Tipo con retroilluminazione: Sistema W-LED

Dimensioni pannello: 80 cm / 31,5 pollici

Rivestimento display: Antiriflesso, 3H, opacità 25%

Area di visualizzazione effettiva: 698,4 (O) x 392,85 (V)

Formato: 16:9

Risoluzione ottimale: 3840 x 2160 a 60 Hz

Densità dei pixel: 139,87 PPI

Tempo di risposta (tipico): 4 ms (grigio su grigio)

Luminosità: 600 cd/m² (picco)

Fattore di contrasto (tipico): 3000:1

SmartContrast: 80.000.000: 1

Pixel Pitch: 0,181 x 0,181 mm

Angolo di visione: 178º (O) / 178º (V)

Senza sfarfallio:

Miglioramento dell’immagine: SmartImage

Colori display Supporto colore: 1,07 miliardi di colori

Spettro di colori (minimo): Copertura BT. 709: 100%; Copertura DCI-P3: 98%

Spettro di colori (tipico): NTSC 116%, sRGB 138%, Adobe RGB 94%

HDR Display: HDR 600 (DP/HDMI)

Frequenza di scansione: 30 – 160 kHz (O) / 23 – 80 Hz (V)

SmartUniformity: 95% ~ 103%

Delta: E< 2

sRGB:

LowBlue Mode:

EasyRead:

Performance

Per testare appieno il monitor mi sono prefissato alcuni punti: post produzione fotografica, Colour grade video, creazione di vettoriali video, e un feedback video da sorgente. Utilizzando sia fotocamere digitali sia scansioni di pellicola fotografica, è per me molto importante che i colori siano il più possibile reali, e la possibilità di scattare e visionare lo stesso materiale con un profilo coincidente è indispensabile. Sono rimasto molto colpito dalla fedeltà delle immagini sullo schermo e anche piccole post produzioni si sono rivelate precise. Sono inoltre partito da alcune riprese video in Log e poi trasformate in Rec 709, per poter applicare in seguito delle Lut; una volta processato il materiale le immagini si sono rivelate ottime e in linea con le mie richieste. Per quanto riguarda anche la creazione di vettoriale dedicati tutti i feedback dello schermo hanno passato i test.

USB-C

Un monitor molto preciso anche nell’organizzazione dei cavi, con incorporata la sua docking station tramite USB-C. Questa possiede un rilascio di potenza che vi garantirà con un unico cavo di collegare il vostro pc al monitor, semplificando le connessioni collegando tutte le periferiche, come tastiera, mouse e cavo Ethernet RJ-45, alla docking station del monitor. Nello stesso tempo in cui utilizzerete il vostro monitor con tutte le periferiche collegate il vostro laptot si ricaricherà.

Schermo

Lo schermo è molto pratico, si ha la possibilità di decidere la direzionalità dello stesso, sia orizzontale sia verticale. se dovete postprodurre fotografie di ritratto o di architettura è prefetto, così come nella creazione di locandine o grafiche verticali. Il monitor ha uno schermo di 32”, e il piedistallo è stabile e con una semplice regolazione in altezza. Lo schemo possiede inoltre HDR 600 e pannello a 10 bit per una resa cromatica di alto livello. Le connessioni presenti sono: USB-C, 2 HDMI, Display Port, VGA, RJ45, USB 3.1 x 4 e Audio Integrato.

Una nota di composizione va menzionata: poiché nella maggior parte dei casi si ricorre all’utilizzo di due monitor di uguale dimensione 24”/24” o di un monito piccolo e uno grande 21”/27”, in questo caso con 32” potrete avere l”intero vostro spazio di lavoro in un unico monitor. Se lavorate con i video potrete accoppiarlo con un 21” di modo da avere la timeline di montaggio nel monit grande e la prewiew in quello piccolo, per poi invertire le aree di lavoro quando dovrete post produrre l’immagine finale.

Prezzo

Il prezzo del Philips 328P6AUBREB è circa sui 600€, considerate le specifiche tecniche tale dispendio di denaro è perfettamente in linea con quello che otterrete (USB-C, regolazioni, e soprattutto i 32”).

Recensione
  • Philips 328P6AUBREB
    8.5Voto Finale

    Philips 328P6AUBREB soddisfa pienamente le richieste di colore e di feedback nella post produzione, risultando un prodotto performante con ottimo schermo e resa colore. Un pochino ingombrante e pesante, ma data la stazza è ben comprensibile. Riesce a soddisfare le richieste di designer e fotografi? Assolutamente si.

    ISCRIVITI ALLA NOSTRA

    Login
    Loading...
    Sign Up

    New membership are not allowed.

    Loading...