fbpx

RIDE 4 – Recensione della nuova esperienza motociclistica di Milestone

Analizziamo il nuovo quarto capitolo di questa intensa e straordinaria serie dedicata agli appassionati del mondo delle due ruote
  • Games
  • Recensione
  • RIDE 4 – Recensione della nuova esperienza motociclistica di Milestone

Con grande sorpresa per la community, ha fatto il suo debutto il tanto atteso quarto capitolo dell’amata serie motociclistica RIDE, introducendo non poche novità e caratteristiche, destinate principalmente ai giocatori appassionati del mondo delle due ruote. Come al solito, grazie al raffinato e preciso lavoro di Milestone, il mercato videoludico riesce ad offrire un’avventura colma di passione, che si differenzia in modo evidente tra le tante altre. RIDE 4 è stato circondato in particolar modo da tanto entusiasmo; l’ultimo capito di questa serie infatti è stato lanciato nel 2018, e a quanto pare si sentiva il bisogno di qualcosa di nuovo, modernizzato: la differenza si vede ed è stato fatto un chiaro passo avanti, specialmente per quanto riguarda tutti (dal primo all’ultimo) gli aspetti grafici e sonori.

Le novità però, come ben presto capirete, non si soffermano solo alla qualità delle texture o ancora, semplicemente, al comparto grafico, bensì abbiamo a che fare con delle meccaniche e delle modalità tutte nuove, tante delle quali le abbiamo già viste tuttavia all’interno di MotoGP 20, ultimo titolo rilasciato da Milestone prima di questo.

 

Nuove modalità tutte da scoprire

In particolare, quest’anno abbiamo avuto modo di vedere una carriera tutta nuova, con una struttura ora progressiva completamente migliorata ed assai divertente: è possibile infatti gareggiare all’interno della lega regionale, la quale comprende quella europea, asiatica e giapponese, tutte e 3 con tracciati e prove assai diversi tra loro, garantendo una buona dose di divertimento al giocatore. Se poi la persona che si trova dietro allo schermo è alla ricerca di una sfida di un livello decisamente superiore, sono disponibili, in seguito, la lega mondiale e quelle finali. A sorprenderci è stata anche l’enorme varietà di modelli di motociclette con cui possiamo gareggiare: sono presenti ben 250 moto diverse, con 34 tracciati altrettanto curati ed ispirati a scenari realmente esistenti.  Oltre a questo abbiamo notato anche l’inserimento per la prima volta nella serie, come da aspettative, del tanto amato meteo dinamico e del ciclo giorno e notte, entrambi in grado di cambiare drasticamente le sorti della propria gara; un livello di sfida aggiuntivo decisamente interessante. Entrando maggiormente nel dettaglio, sarà facile intuire quanto l’umidità dell’asfalto e la sua temperatura sia in grado di variare la tenuta della moto. Un’altra aggiunta comprende il “livello fedeltà progressivo”, una meccanica azzeccata e piazzata in un modo estremamente perfetto all’interno di un gioco di questo genere, la quale retribuisce una grande soddisfazione con l’aumentare delle proprie vincite su pista. Quest’anno possiamo godere anche della modalità Endurance, la quale presenta una nuova categoria di motociclette e costringe il giocatore ad utilizzare maggiore strategia, che diventa ora un nuovo ingrediente fondamentale.

RIDE 4

Fa il suo debutto su RIDE 4 un innovativo sistema di personalizzazione, con un editor mai visto prima

Non abbiamo potuto fare a meno di non notare la grande attenzione che lo studio italiano ha voluto dedicare a ogni più piccolo dettaglio: ci riferiamo in particolar modo all’estrema accuratezza con la quale sono stati ideati i modelli, senza escludere il rumore emesso dal motore che varia da moto a moto, ed altri piccoli dettagli tecnici come l’accuratezza dello scoppiettino, la varietà di terminali e ruote equipaggiabili e le possibilità di personalizzazione disponibili. Legandoci a quest’ultimo fattore, ci teniamo a sottolineare la possibilità di modifica non solo per quanto riguarda le prestazioni del proprio mezzo a due ruote, ma bensì anche per ciò che concerne la sua estetica: un nuovo editor ha fatto il suo debutto all’interno di RIDE 4, consentendo al giocatore di poter ideare non solo una livrea per la propria moto, ma anche una personale tuta da corsa ed un casco altamente alla moda. L’interfaccia di quest’ultimo è alquanto semplice ed intuitiva, a tal punto che è possibile dar vita a creazioni veramente belle sin dalle prime ore di gioco, potendo condividerle anche con altri giocatori appassionati come noi. Oltre a ciò, possiamo vestire il nostro personaggio con ben 17 marchi ufficiali di abbigliamento, tutti – com’è ovvio che sia – esistenti anche nella vita reale, logicamente inerenti al settore motociclistico. RIDE 4 regala, come molti titoli di questo genere non riescono a fare, un enorme senso di pura adrenalina, oltre ovviamente ad una lunga serie di sensazioni piacevoli durante la guida del proprio mezzo dei sogni preferito.

Ci sentiamo di dedicare uno specchietto degno di nota anche all’evolutiva intelligenza artificiale presente nel gioco, che rende ora impossibili alcuni vecchi atteggiamenti bizzarri ed innaturali provenienti da parte degli altri piloti. Ci riferiamo all’ormai nota A.N.N.A., un sistema innovativo basato interamente sull’apprendimento della macchina: la tecnologia in questione nel tempo impara da sé le basi della guida, sviluppando ed emulando atteggiamenti reali riuscendo a raggiungere performance letteralmente mai viste prima. Un piccolo dettaglio, che però, è facile notare e crea grande immersività sul momento, è anche la veridicità delle informazioni presenti sul cruscotto, che si legano in costante aggiornamento a quello che succede sull’asfalto: un esempio semplice sono il numero di giri ed il contachilometri, sempre presenti anche sull’interfaccia utente, assai comoda ed intuitiva. Legandoci sempre all’aspetto fisico del gioco, anche questa volta è stato fatto un evidente passo da gigante in avanti, specialmente per quanto riguarda la massa della moto rapportata al controller; giocando, infatti, si può percepire la sensazione del peso del nostro mezzo, che con una frenata sbagliata, o una semplice curva presa troppo veloce, può perdere la sua stabilità!

RIDE 4 Il titolo in questione gode anche di un’avvincente modalità multigiocatore in compagnia di altri piloti, con un ambiente online nuovamente migliorato che gode dei già visti server dedicati e della modalità Direttore di Gara, divertente specialmente in compagnia di altre persone. Se proprio dobbiamo dirla tutta, abbiamo riscontrato qualche piccolo problema di rendering su PlayStation 4, tuttavia non è nulla di troppo evidente. Prima di concludere, non possiamo fare a meno che ricordarvi la data di uscita di RIDE 4, prevista attualmente per il prossimo 8 ottobre per PlayStation 4, Xbox One e PC, tuttavia il gioco è in arrivo anche per le console di nuova generazione ed in particolare per quanto riguarda PlayStation 5 ed Xbox Series X, direttamente a partire dal 21 gennaio 2021. Direttamente dopo il lancio, è già stato annunciato l’arrivo di 14 contenuti aggiuntivi gratuiti e di ben 15 contenuti a pagamento già inclusi nel season pass o acquistabili singolarmente alla modica cifra di 4,99€.

Il Samsung Galaxy Watch3 è disponibile a un prezzo ridotto su Amazon, con il codice sconto SAMSUNGWATCH.

Consigliate anche le Apple AirPods, ecco il link per acquistarle a un prezzo scontato.

Recensione
  • RIDE 4
    8.8Voto Finale

    Un'audace esperienza videoludica motociclistica, in grado di far tornare nelle vene degli appassionati l'adrenalina che si prova quando si va in moto. Milestone questa volta ha decisamente fatto centro, rilasciando un'opera dedicata interamente a chi ama il mondo delle due ruote, ma accessibile anche a chi di moto non se ne intende particolarmente molto. Con innumerevoli marchi presenti, una grafica migliorata, degli incredibili scenari e nuove modalità, questo quarto capitolo si aggiudica un buon posto in classifica, garantendo un divertimento illimitato grazie alle sue svariate modalità di gioco.


    ISCRIVITI ALLA NOSTRA

    Login
    Loading...
    Sign Up

    New membership are not allowed.

    Loading...