fbpx

Similo Animali e Animali Selvaggi – Recensione del party game di Ghenos

Similo Animali e Animali Selvaggi sono due ottimi party game cooperativi, perfetti per introdurre ai giochi da tavolo anche i neofiti.

  • Home
  • Board
  • Recensione
  • Similo Animali e Animali Selvaggi – Recensione del party game di Ghenos

Abbiamo già parlato di Similo, l’ormai noto party game cooperativo deduttivo di Martino ChiacchieraHjalmar HachPierluca Zizzi, edito da Horrible Guild e distribuito in Italia da Ghenos Games. La scorsa estate avevamo infatti avuto modo di testare la versione Miti, fresca di stampa, anche in combinazione con le meno recenti Storia e Fiabe. Recentemente sono uscite due nuove versioni di Similo: Animali e Animali Selvaggi. Come i titoli suggeriscono, si tratta di due aggiunte che non presentano personaggi umani o umanoidi, bensì animali di vario tipo. Naturalmente, visto il successo ottenuto dalle tre precedenti versioni nel nostro gruppo di gioco, non vedevamo l’ora di provare a fare una partita (soprattutto in combinazione con le altre versioni). Scoprite cosa ne pensiamo nella nostra recensione.

Materiali e Grafica

Come per le altre versioni, i materiali sono essenziali ma curati: si tratta sia per Animali che per Animali Selvaggi di un mazzo di carte contenente i personaggi, splendidamente illustrati. Le scatole questa volta sono diverse, leggermente più grandi e in cartone, con dentro un inserto (a differenza delle altre tre che erano in plastica). Pur essendo più grande, la scatola resta comunque maneggevole e di dimensioni contenute, adatta ad essere portata con sé per una partita al volo. Per ulteriori dettagli sui materiali, qui trovate il video di unboxing.

similo animaliLe meccaniche di gioco

Per chi ancora non conoscesse Similo o comunque non avesse letto la nostra precedente recensione della versione Miti (che potete leggere qui), ecco una breve panoramica delle meccaniche di gioco. Come detto sopra, si tratta di un party game cooperativo deduttivo; teoricamente ci può giocare un qualsiasi numero di giocatori, minimo due comunque. Uno dei partecipanti, detto suggeritore, dovrà cercare di far indovinare agli altri un personaggio scelto casualmente dal mazzo con cui si desidera giocare (Storia, Fiabe, Miti, Animali, Animali Selvaggi). Tale carta personaggio verrà mischiata insieme ad altre 11 carte personaggio – per un totale di dodici carte – che verranno poi posizionate scoperte sul tavolo. Il suggeritore a questo punto pescherà cinque carte fra le rimanenti, le quali costituiranno gli unici indizi che potrà dare ai propri compagni per consentirgli di indovinare il personaggio correttamente (non gli è infatti consentito parlare). Al primo turno ne sceglierà una e la posizionerà sul tavolo:

  • In verticale: per indicare che la carta utilizzata come indizio somiglia – o ha qualcosa in comune – con il personaggio da indovinare.
  • In orizzontale: per indicare che la carta utilizzata come indizio non somiglia al personaggio da indovinare.

I giocatori a questo punto procederanno per esclusione. Al primo turno elimineranno uno dei 12 personaggi, al secondo due, al terzo tre, al quarto quattro, finché non resterà la scelta fra due soli personaggi e quindi bisognerà scegliere quello corretto. I diversi mazzi sono combinabili, cioè è possibile utilizzare un mazzo per scegliere il personaggio misterioso e un altro mazzo per dare gli indizi. Ovviamente questa versione risulta più difficile, ma anche molto più divertente.

similo animali selvaggiConsiderazioni

Di Similo in sé, considerando che le meccaniche di gioco non variano, la nostra opinione rimane assolutamente positiva: si tratta di un ottimo party game deduttivo, immediato, con pochissime regole comprensibili da chiunque, di dimensioni abbastanza contenute da poter essere portato in tasca per ravvivare le serate con qualche partita veloce. Per quanto riguarda nello specifico le due versioni in oggetto, Similo Animali e Animali Selvaggi, non siamo rimasti delusi dalle aspettative. Dopo aver fatto tante partite con i precedenti mazzi, aggiungere il twist degli animali come personaggi ha sicuramente dato varietà al gioco, in entrambi i casi. Molto divertente è stato combinarli fra loro, ma ancor più combinarli con i personaggi umani (in particolar modo Storia). Sicuramente non è facile far indovinare, per esempio, Napoleone, utilizzando giaguari, pellicani e pipistrelli, ma è una sfida esilarante e raggiunge lo scopo di divertire tantissimo il gruppo con cui si gioca. In definitiva, se apprezzate Similo come party game, non resterete affatto delusi dall’introduzione di queste due aggiunte alla collezione.

 

Game Legends è alla ricerca di newser per la sezione videogiochi, trovate a questo link maggiori informazioni

Tanti sconti su Eneba!

 – PlayStation Plus da 1 anno a 43,50 €: codice GAMELEGENDSPSP
–  Ricarica da 50€ PSN a 38€: codice GAMELEGENDS50

Recensione
  • Similo Animali e Animali Selvaggi
    8Voto Finale

    Giunti alla "resa dei conti", Similo Animali e Animali Selvaggi si sono rivelate come due ottime nuove versioni del party game deduttivo di Ghenos Games. Se già il gioco alla base aveva saputo conquistarci per la sua immediatezza e ricchezza d'opzioni - con partite veloci perfette per tutti, dai più esperti ai nuovi arrivati -, queste due espansioni vanno ad ampliare ancor di più quanto di buono era già presente. Siamo insomma davanti a due ottimi prodotti, con poche regole comprensibili da chiunque.

    ISCRIVITI ALLA NOSTRA

    Login
    Loading...
    Sign Up

    New membership are not allowed.

    Loading...