fbpx

Spider-Man: No Way Home, Molina sarà Doc Ock (e conferma una teoria dei fan)

Alfred Molina ha confermato che in Spider-Man: No Way Home sarà lo stesso Doctor Octopus del film di Sam Raimi. Tutto ripartirà dalla scena nel

  • Home
  • Movie
  • News
  • Spider-Man: No Way Home, Molina sarà Doc Ock (e conferma una teoria dei fan)

È arrivata la conferma ufficiale, Alfred Molina sarà presente in Spider-Man: No Way Home, riprendendo il ruolo del celebre villain della Casa delle Idee Doctor Octopus. Sebbene la notizia fosse stata già “confermata” negli scorsi mesi,  l’attore e doppiatore britannico naturalizzato statunitense ha da poco ribadito ai microfoni di Variety il suo coinvolgimento nel terzo film dedicato all’amichevole Spider-Man di quartiere interpretato da Tom Holland.

Ma non è tutto, visto che durante la lunga intervista Molina ha rivelato alcuni dettagli inediti della pellicola firmata Marvel Studios e Sony Pictures Entertainment, confermando difatti una delle teorie dei fan. Stando alle sue parole, in Spider-Man: No Way Home non assisteremo ad alcun reboot del personaggio, visto che interpreterà esattamente il Doc Ock che abbiamo visto in Spider-Man 2 di Sam Raimi.


Nelle prime conversazioni con Jon Watts (regista di No Way Home) l’attore ha chiesto come avrebbe riportato in vita il personaggio, visto che (come ben sapranno i fan della Casa delle Idee) è rimasto ucciso per salvare New York, lo Spidey di Maguire e Mary Jane (interpretata da Kirsten Dunst) nella seconda pellicola di Raimi dedicata al celebre arrampicamuri. Secondo quanto riportato da Molina, il regista gli avrebbe semplicemente risposto che “nessuno muore davvero in questo universo“, e che la pellicola riprenderà esattamente dalla scena nel fiume.

Al momento non sappiamo come i Marvel Studios e Sony abbiano intenzione di “giustificare” l’apparizione del Doc Ock di Sam Raimi nel Marvel Cinematic Universe, ma sembrerebbe confermare un’ulteriore ipotesi, ovvero che in Spider-Man: No Way Home assisteremo finalmente ai tanto attesi multiversi.

Alfred Molina era dubbioso di riprendere il ruolo del villain anche per via della sua età, visto che dallo Spider-Man 2 di Sam Raimi sono passati ben 17 anni e chiaramente l’attore (67 anni) non presenta più la fisicità di una volta. Watts l’ha rassicurato, affermando che non ci sarebbe stato alcun problema e che la CGI avrebbe fatto tutto, visto che avevano eseguito un’operazione simile con Robert Downey Jr. e Samuel L. Jackson in Captain America Civil War e Captain Marvel.

Quando stavamo girando, eravamo tutti obbligati a non dire nulla, perché doveva essere un gran segreto. Ma, sai, la notizia si è sparsa ovunque su Internet. Mi reputo la persona peggiore a cui raccontare un segreto ad Hollywood.

È stato meraviglioso. È stato molto interessante tornare dopo 17 anni a interpretare lo stesso ruolo, dato che ora ho due menti, zampe di gallina e il sedere floscio.

In attesa di saperne di più sul prossimo film in uscita in casa Marvel Studios, magari con il rilascio di un primo trailer ufficiale, vi ricordiamo che Spider-Man: No Way Home debutterà nelle sale cinematografiche il prossimo 17 dicembre 2021 e vedrà il ritorno di Tom Holland, Zendaya e Jacob Batalon rispettivamente nei panni di Peter Parker, MJ e Ned.

Fonte:

Game Legends Stories

ISCRIVITI ALLA NOSTRA

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...