fbpx

That Dragon, Cancer – Recensione

Se partiamo dall’assunto che i videogiochi, come li conosciamo oggi, possono essere opere d’arte, allora possiamo comprendere affondo...

  • Home
  • That Dragon, Cancer – Recensione

Se partiamo dall’assunto che i videogiochi, come li conosciamo oggi, possono essere opere d’arte, allora possiamo comprendere affondo un gioco come That Dragon, Cancer. Perché questo gioco in realtà è definibile come un gioco artistico, un’emozione trasmessa dai suoi creatori al pubblico che ne usufruisce. Infatti la Numinous Games, capitanata da Ryan Amy Green, ha creato un’esperienza videoludica incentrata proprio sulla vita di questi ultimi: precisamente, su ciò che è successo con loro figlio Joel, affetto da un cancro terminale all’età di 1 anno, e sui 4 anni di vita successivi alla diagnosi, fino alla sua morte (avvenuta a Marzo 2014).

that dragon, cancer_03

Il gioco si divide in 14 atti, capitoli giocabili anche separatamente, tutti in prima persona: ma la visuale è molto variabile, saltando dal punto di vista del padre, del figlio, o solamente di uno spettatore che vede una scena dall’esterno. Le scelte che avrete saranno davvero poche, così come pochi saranno i contenuti effettivamente giocabili: scelta scontata, in quanto l’obiettivo di That Dragon, Cancer è farvi capire e provare la storia vissuta dai GreenDi certo le stesse emozioni un film non avrebbe saputo darle, in quanto vi capiterà di dover soltanto spingere l’altalena dove si trova Joel, fino a spostarlo in una fuga verso il cielo in uno dei sogni onirici.


that dragon, cancer_01

Tornando proprio alla parola chiave, emozione, vi troverete a vivere attimi della vita di questa famiglia distrutta da una malattia così tremenda, composta però dai suoi alti e bassi, dai suoi momenti belli e da quelli struggenti. E tutto ciò vi verrà trasmesso attraverso una grafica cartonata molto ricca di spigoli che, in alcuni momenti, vibrerà cercando di trasmettervi l’emozione di quel personaggio. Tutto ciò è contornato da un audio molto elaborato, interpretato magistralmente, quasi da brivido. Unica pecca, ma non è nemmeno tanto strano per un progetto indie, il gioco è totalmente in inglese e giocarlo senza capirne nulla non vi farebbe comprendere appieno il progetto.

that dragon, cancer_02

Il gioco uscirà il 13 Gennaio 2016, su Steam e OUYA, al prezzo di €13.99. Potete preordinarlo da questo sito, http://www.thatdragoncancer.com/; lo consiglio davvero molto a tutti coloro che non vedono solo ciò che gli viene mostrato davanti con miliardi di poligoni, ma che riescono a vedere cosa c’è dietro: il cuore di uno sviluppatore che, con un contenitore chiamato videogioco, vuole mostrare al mondo ciò che prova, ciò che sente. Vuole mostrare sentimento ed emozioni, e nel farlo crea vera arte.

Game Legends Stories

ISCRIVITI ALLA NOSTRA

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...