fbpx

The Witcher 3: il Gwent rischiò di non far parte del gioco finale

Il mini gioco all'interno del titolo di CD Projekt RED ha avuto una realizzazione travagliata.
  • Games
  • News
  • The Witcher 3: il Gwent rischiò di non far parte del gioco finale

Uno dei più grandi successi degli ultimi anni è stato senza ombra di dubbio The Witcher 3: Wild Hunt. Uno degli elementi più apprezzati del titolo open world è caratterizzato da una scelta originale e ben realizzata che ha appassionato  i giocatori alla pari della main quest: stiamo parlando del Gwent. I fan hanno gradito a tal punto il mini gioco di carte collezionabili inserito nel mondo di Geralt, da spingere CD Projekt RED a dedicargli un titolo a parte (Gwent: The Witcher Card Game, la cui edizione completa dovrebbe uscire ad ottobre di quest’anno), che si è subito guadagnato la propria fetta di successo, con tanto di competizioni internazionali.

Ma l’esistenza del mini game è stata più volte minacciata in fase di sviluppo. Per i co-creator Rafal Jaki e Damien Monnier non è stato facile presentare un’idea convincente al Managing Director Adam Badowski. Jaki ha rivelato in una recente intervista per GameSpot, che lui e il collega arrivarono al punto di ricevere un ultimatum da parte del direttore, il quale diede loro due giorni di tempo per presentare un progetto apprezzabile. Incredibilmente riuscirono nell’impresa e oggi possiamo divertirci con il Gwent.

 

 

Il case Corsair Crystal 280Xè disponibile a un prezzo imbattibile su Amazon.

Torna disponibile a un prezzo stracciato l’Intel Core i5-10400F, ecco il link per acquistarlo.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...