fbpx

Xbox Game Studios – Quali sono gli studi First Party pronti per la prossima generazione?

Ecco il ventaglio di studi detenuto da Xbox all'inizio del 2020
  • Games
  • Editoriale
  • Xbox Game Studios – Quali sono gli studi First Party pronti per la prossima generazione?

Non è difficile dire che durante l’attuale generazione videoludica Xbox sia stata un passo indietro (forse anche un paio) a Sony sul mercato. Partendo dal numero di console vendute fino ad arrivare alla quantità di esclusive pubblicate non si può certamente dire che le due società abbiano agito alla pari. Tuttavia, il futuro è incerto e delle belle novità sono attualmente in vista per quel che riguarda la prossima generazione, la quale sarà senza alcun dubbio più condita per quel che riguarda la presenza degli Xbox Game Studios.

Parliamo degli attuali studi detenuti dalla divisione Xbox, che è ormai stata resa pressoché a sé stante da Microsoft. Nel corso degli ultimi anni Phil Spencer si è infatti adoperato per acquisire diverse nuove software house, ed è riuscito a comunicare al meglio la loro presenza nel corso delle varie conferenze. Non parliamo di studi che produrranno per forza titoli esclusivi per Xbox e PC, ma in qualunque caso di aziende attualmente ben foraggiate e con un gigante alle spalle.

Inoltre, almeno stando alle attuali premesse, possiamo forse garantire che tutti i giochi sviluppati da queste software house verranno inclusi già dal day one – o anche prima se si pensa al caso del recente Gears 5 – nel servizio di Xbox Game Pass, sul quale Xbox sta puntando praticamente tutto. Inoltre, tutti questi studi pubblicheranno certamente sulle attuali console della famiglia Xbox One e sulla già annunciata Xbox Series X, oltre che probabilmente per la maggior parte dei casi anche sul mercato PC. Vi elenchiamo qui di seguito, dividendoli per anzianità ed approfondendoli dovutamente, tutti i 15 studi posseduti dalla divisione Xbox, raggruppabili quindi con il nome di Xbox Game Studios.

Xbox Game Studios Publishing

Xbox Game Studios Publishing

Beh… come non partire dal capostipite di quest’interessantissima iniziativa – che sta già iniziando a dare i suoi primissimi frutti. Parliamo di un vero studio dedito esclusivamente alla ricerca e alla gestione di tutti gli altri. Potrebbe forse sembrare a primo acchito una manovra poco interessante, tuttavia non è certamente così. Sostenere tutti gli Xbox Game Studios, finanziandoli e gestendoli, non è in fin dei conti facile, ed è assolutamente necessario un intero team per organizzare nel migliore dei modi quest’attività.

Se si pensa poi che in alcuni casi delle peculiarità possono essere trasmesse tra gli ambienti di sviluppo, come un’eccellenza sul lato tecnico o una spiccata conoscenza del grandissimo campo che riguarda l’intelligenza artificiale, è necessario poter contare su un papà che sappia amministrare e far comunicare al meglio le proprie creature. Questa specifica divisione di Xbox ha sede a Redmond, proprio come Microsoft stessa d’altronde, e anche se non sviluppa videogiochi risulta essere fondamentale per le politiche attualmente intraprese da Xbox.

Non sappiamo però attualmente a cosa stia lavorando nello specifico Xbox Game Studios Publishing. Potrebbe semplicemente trattarsi della già citata amministrazione, come anche della ricerca di nuovi talenti da acquisire e portare in auge con i propri mezzi. Nonostante attualmente Microsoft abbia superato Sony come numero di First Party, non è certo detto che la compagnia abbia intenzione di fermarsi in tal merito. Per dominare la prossima generazione potrebbe essere necessario aumentare ancor di più il proprio ventaglio di studi interni, così da evitare un graduale impoverimento dell’offerta legata all’Xbox Game Pass. Ovviamente tra le altre cose bisogna favorire un buon numero di esclusive. Se queste non fossero sufficienti a soddisfare l’interesse del pubblico verso i sistemi proprietari – proprio come successo all’inizio dell’attuale generazione – decreterebbero forse la fine dell’intera divisione Xbox, la quale non è strettamente fondamentale per Microsoft e potrebbe quindi essere in un prossimo futuro chiusa.

Rare

Rare

Rare è senza dubbio lo studio di sviluppo più anziano all’interno di Microsoft. Questa software house nasce nel 1985 come succursale di Ultimate Play the Game ed inizia nel 1994 una partnership con Nintendo, stabilendosi a Twycross. Nel corso degli anni Rare crea moltissime IP di successo come Killer Instinct, Donkey Kong e Banjo Kazooie. Entra a far parte degli Xbox Game Studios come primo membro nel 2002, in seguito all’acquisizione di Microsoft per 375 milioni di dollari.

Attualmente la software house continua a sviluppare il Game as a Service più di successo per Microsoft: Sea of Thieves. Nonostante l’avventura piratesca sia ormai uscita da quasi due anni nuovi aggiornamenti continuano ad arrivare a cadenza fissa, il che rende l’opera essenziale per il servizio Xbox Game Pass. L’abbonamento viene infatti rinnovato da una fetta di utenti proprio in concomitanza di alcuni importanti aggiornamenti per Sea of Thieves. Rare è impegnata inoltre sullo sviluppo di Everwild, un titolo ancora piuttosto misterioso annunciato nel corso dell’X019.

Ninja Theory

Ninja Theory

Fondata nel 2002 con sede a Cambridge, Ninja Theory è riuscita nel corso del tempo a sfornare diverse opere di successo, anche se non parliamo di decine di titoli com’è stato per il caso di Rare. Fra le più importanti troviamo senza dubbio Heavenly Sword e DMC: Devil May Cry, ma il gioco che è riuscito a dare maggior notorietà a questa software house è Hellblade: Senua’s Sacrifice. Dopo l’uscita di quest’ultimo nel 2017 Ninja Theory entrò a far parte degli Xbox Game Studios, già nel 2018.

Attualmente Ninja Theory è al lavoro su Bleeding Edge, un titolo multiplayer che dovrebbe arrivare sull’attuale generazione per PC ed Xbox One. Tuttavia nel corso dei The Game Awards 2019 un sequel di Hellblade: Senua’s Sacrifice è stato annunciato ufficialmente, parliamo di Senua’s Saga: Hellblade 2. Il trailer ha messo in mostra i muscoli che la nuova Xbox Series X dovrebbe presentare già a partire dal day one, con un trailer realizzato attraverso l’engine di gioco.

Double Fine Productions

Double Fine Productions

Double Fine Productions nasce nel 2000 con sede a San Francisco, fondata da Tim Schafer dopo la spaccatura della LucasArts. I progetti iniziali più importanti di questa software house sono stati Psychonauts e Brütal Legend, ma l’azienda ha sfornato davvero molti prodotti nel corso di questi 20 anni. Non possiamo tralasciare ad esempio le remastered di Day of the Tentacle e Grim Fandango, che hanno portato sulle attuali generazioni delle opere difficili da recuperare su console.

Poco prima della conclusione di Rad, interessante progetto pubblicato da Bandai Namco, nel 2019 Double Fine Productions è entrata a far parte degli Xbox Game Studios. Attualmente il team è al lavoro su Psychonauts 2, sequel diretto del capitolo uscito nel 2005. Il titolo porta con sé un grosso peso e dovrà essere in grado di soddisfare la community che ha amato l’opera approdata inizialmente su Xbox e Playstation 2.

Turn 10 StudiosTurn 10 Studios

Turn 10 Studios nasce nel 2001 già sotto l’ala di Microsoft come partecipante agli Xbox Game Studios. Questa software house è stata creata fin dal principio con un singolo scopo, produrre esclusive legate ai racing game – inizialmente per Xbox e poi anche per il mondo PC. Fino ad oggi gli sviluppatori si sono occupati esclusivamente della serie di Forza Motorsport, che ha visto però moltissimi capitoli dalla sua, ben 7 più  lo spin-off Forza Street per mobile. Attualmente il team è al lavoro su un nuovo capitolo del brand che verrà probabilmente annunciato nel corso dei prossimi mesi.

InXile Entertainment

InXile Entertainment

InXile Entertainment nasce nel 2002 con sede a Newport Beach, in California. Si specializza fin da subito nei giochi di ruolo con combattimento a turni e nel 2004 pubblica l’attualmente famosissimo Bard’s Tale. Ha a che fare nel corso degli anni di alcune opere minori, fino al 2014 in cui da vita a Wasteland 2. Al giorno d’oggi la software house è impegnata nella creazione di Wasteland 3, il quale dovrebbe uscire nel 2020 stando alle attuali premesse. Nel bel mezzo dello sviluppo di quest’ultimo titolo InXile Entertainment è entrata a far parte degli Xbox Game Studios.

Obsidian Entertainmentthe outer worlds

La storia dietro l’attuale Obsidian Entertainment è da ricercarsi dietro al nome di Black Isle Studio. Parliamo della software house che ha creato la serie di Fallout ed i suoi due primi capitoli, ma che è finita in bancarotta nel 2003. Nello stesso anno Obsidian Entertainment è nata dalle ceneri di quest’ultima, con la maggior parte del suo personale, il quale ha dovuto semplicemente spostarsi da uno studio all’altro, pur rimanendo ad Irvine in California.

Parliamo dell’autrice dei giochi di ruolo Star Wars Knights of the Old Republic II: The Sith Lords, Neverwinter Nights 2, Fallout: New Vegas, South Park: Il Bastone della Verità e di Pillars of Eternity 1 e 2. Nel corso del 2018, mentre era alle prese con il recentissimo The Outer Worlds, Obsidian Entertainment è entrata a far parte degli Xbox Game Studios. Attualmente la software house è impegnata nello sviluppo del survival cooperativo Grounded, di cui non si purtroppo ancora molto.

343 Industries

Halo Infinite

343 Industries prende il suo nome da dal personaggio di Halo Guilty Spark. Nato nel 2007 con sede a Redmond lo studio si è occupato quasi esclusivamente proprio di questa serie. Questa fu però creata al tempo da Bungie – che è attualmente al lavoro su Destiny 2 dopo aver chiuso la collaborazione con Activision. Partita da un remake del primo capitolo, Halo: Combat Evolved Anniversary, 343 Industries ha continuato con lo sviluppo della serie dal quarto canonico episodio.

Attualmente la software house è al lavoro su Halo Infinite, titolo che dovrebbe arrivare verso la fine di quest’anno su Xbox One ed Xbox Series X, oltre che probabilmente su PC. Parliamo del videogioco con il più alto budget mai investito e le premesse son tutt’altro che negative, staremo a vedere!

Mojang

Minecraft RTX

Nata nel 2009 con sede a Stoccolma grazie a Markus Persson, meglio conosciuto come Notch, Mojang è la software house dietro al grandissimo fenomeno del Sandbox Minecraft. Il titolo si è evoluto moltissimo in questi anni, specialmente dopo l’arrivo di Mojang negli Xbox Game Studios datato 2014. Diversi famosi sviluppatori hanno curato questo titolo, tra cui possiamo sicuramente citare Dinnerbone e Jeb. Il gioco è tutt’altro che vicino alla sua conclusione ma il team ha recentemente aperto le porte ad altri progetti.

Parliamo ad esempio di Minecraft Earth, titolo in AR per mobile, ma anche dell’imminente Minecraft Dungeons che dovrebbe arrivare nel 2020. La software house ha curato anche diversi altri progetti, molti dei quali sono finiti nel servizio dell’Humble Bundle, ma anche pubblicato Cobalt. Attualmente una versione con Ray Tracing di Minecraft è in sviluppo, come annunciato nel mese di agosto 2019 da NVidia, ma una finestra di lancio non è ancora nota.

Compulsion Games

We Happy FewCompulsion Games nasce nel 2009 con sede a Montreal, grazie all’ex sviluppatore di Arkane Studios Guillaume Provost. La software house ha lavorato per diversi titoli esterni alle proprie produzioni, tra cui Darksiders. Il team si è occupato in prima persona solamente di due opere, ovvero la particolarissima avventura Contrast ed l’affascinante titolo procedurale We Happy Few, arrivato nel 2018 dopo un travagliatissimo sviluppo. Proprio durante la realizzazione di quest’ultimo, Compulsion Games è entrata a far parte degli Xbox Game Studios, come annunciò ufficialmente Microsoft all’E3 2018.

Undead Labs

State of Decay 2

Undead Labs nasce nel 2009 con sede a Seattle e porta avanti l’idea di far arrivare nuovi titoli a tema zombie sul mercato, proprio come ricorda il suo stesso nome. A conti fatti l’azienda ha sviluppato infatti fino ad oggi solamente i survival horror State of Decay 1 e 2, che non sono stati particolari successi anche se piuttosto amati da una ristretta nicchia di utenza. Durante l’E3 2018 Microsoft annunciò di aver acquisito ufficialmente Undead Labs nella sua schiera degli Xbox Game Studios.

The Coalition

Gears of war 5

The Coalition nasce nel 2010 a Vancouver già sotto l’ala degli Xbox Game Studios, e dopo aver avuto diversi nomi riesce a consolidare quest’ultimo nel 2015. Nello stesso anno la software house si dedica allo sviluppo di Gears of War: Ultimate Edition, portando quindi una delle tre opere di Epic Games in versione rimasterizzata PC. Proseguendo con Gears of War 4 nel 2016 e Gears 5 nel 2019 questo studio di sviluppo si è sempre mostrato come il gioiello tecnico di Microsoft.

Parliamo di una software house maestra dell’ottimizzazione e della realizzazione grafica, che speriamo possa dare manforte agli altri studi sotto la stessa ala che non eccellono particolarmente in questo determinato campo. Attualmente The Coalition non è impegnata per vie ufficiali nello sviluppo di ulteriori progetti, ma continua costantemente a supportare Gears 5, il quale si è ripreso anche nella sua veste multiplayer competitiva dopo un day one piuttosto travagliato.

Playground Games

Forza Horizon 4

Playground Games nasce nel 2010 con sede a Leamington Spa e si dedica pienamente allo sviluppo di esclusive Xbox 360 ed Xbox One. Parliamo della serie Forza Horizon, che ha recentemente visto il terzo e quarto episodio arrivare anche su PC. Nel 2018 Microsoft ufficializzò l’acquisizione del team, che è al giorno d’oggi è al lavoro solamente sul supporto post-lancio di Forza Horizon 4, anche se un eventuale nuovo progetto potrebbe essere già in sviluppo per Xbox Series X.

The Initiative

The initiative

The Initiative viene fondata da Darrell Gallagher nel 2018 a Santa Monica, già sotto l’ala degli Xbox Game Studios. Sembra si tratti di uno studio di sviluppo dedicato a degli importanti franchise tripla A che arriveranno sulle piattaforme Microsoft. Potremo probabilmente vedere gli attuali progetti di The Initiative una volta che Xbox Series X avrà fatto il suo debutto alla fine dell’anno corrente. Non è di conseguenza chiaro a cosa stia lavorando il team attualmente.

World’s Edge

Age of Empires

L’ultimo studio degli Xbox Game Studios è World’s Edge, il quale è stato fondato nel 2019. Non ci sono attualmente molte informazioni sulla misteriosa software house, ma sappiamo almeno a cosa questa stia lavorando. World’s Edge è stata infatti stata creata esclusivamente per dar manforte ai vari progetti di Age of Empires, tra cui il recentemente annunciato Age of Empires 4 che ha fatto la sua comparsa nel corso dell’X019 dello scorso anno.

Lo smartphone Realme 7 5G è disponibile su Amazon a un prezzo scontato.

Consigliato anche il processore Intel Core i9-10900F, ecco il link per acquistarlo a un ottimo prezzo.


ISCRIVITI ALLA NOSTRA

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...