Il Blue Screen of Death: ecco come muore un Nintendo Switch

Sappiamo bene come le console da videogiochi non siano esenti da possibili difetti di fabbrica, problemi capaci di far morire la nostra fiammante e nuova piattaforma di gioco in poco tempo, facendo disperare tutti i nuovi acquirenti. Dopo il Red Ring of Death di Xbox e lo Yellow Led of Death di PlayStation 3, arriva a completare la tricromia primaria il Blue Screen of Death.

E’ successo ad un utente che, dopo aver giocato per un po’ di tempo a The Legend of Zelda: Breath of the Wild, ha iniziato a sentire all’improvviso un rumore strano: solo riavviando, purtroppo, lo schermo è diventato di un blu fisso, rendendo incapace ogni tipo di azione. Fortunatamente, la garanzia dovrebbe coprire senza problema alcuni questo difetto, un po’ come successe anche per le vecchie console: niente soldi buttati quindi, ma molto probabilmente l’utente dovrà separarsi dal suo gioiellino per almeno 2 settimane, nel peggiore dei casi anche 1 mese intero.

Tags:

  • Simone "Leon" Lelli

    Tuttologo videoludico, questo lo porta costantemente a non avere un euro in tasca. Nato con un Gameboy, cresciuto con una PlayStation 2, è alla disperata ricerca di tempo per giocare. Hobby preferito: rompere le scatole ai suoi amici con scelte esistenziali. Del tipo lo compro o non lo compro?

  • Show Comments (0)

You May Also Like

Runimalz

Runimalz: il nuovo intrattenimento collezionabile arriva nei negozi Gamestop

Quest’oggi Digital Bros, attraverso un comunicato stampa ufficiale, da il benvenuto ai Runimalz, le ...

evolve Logo

Evolve: annunciato l’arrivo del test “Big Alpha”

Turtle Rock Studios, team sviluppatore di Evolve, ha annunciato l’imminente arrivo del test “Big ...