fbpx

Call of Duty: Warzone, Activision fa causa a uno studio indie per un’omonimia

Recentemente, Activision ha chiamato in causa uno studio indie per un fenomeno di omonimia con il suo battle royale Call of Duty: Warzone.

  • Home
  • Games
  • News
  • Call of Duty: Warzone, Activision fa causa a uno studio indie per un’omonimia

Call of Duty: Warzone è stato preceduto da un gioco con un nome piuttosto simile, il quale ha portato Activision ha fare causa a uno studio indie per uno scottante caso di omonimia. Parliamo nello specifico di Warzone, un browser game accessibile da qualunque motore di ricerca che è adesso nel mirino degli avvocati di Activision-Blizzard.

Il gioco in questione è stato lanciato nel 2017, ma dopo il debutto di Call of Duty: Warzone nel 2020, la studio ha deciso di procedere per vie legali con una causa verso lo sviluppatore indie di Randy Ficker. In sua difesa, l’uomo afferma di aver utilizzato il nome per primo, e di essere rimasto spaesato quando ha visto che il battle royale di Call of Duty avrebbe preso quel nome.

Dopo aver fondato una pagina Gofundme per chiedere aiuto attraverso una raccolta fondi per questo episodio, lo stesso Ficker ha dichiarato di essere a conoscenza dei possibili fraintendimenti che i due nomi creano:

Le persone mi dicono spesso di come la loro Xbox non si connetta, o la loro PS4 sia sta hackerata, come vorrebbero trasportare i compagni e altro. Il mio gioco non è neanche su Xbox o PS4. Rispondo allo stesso modo a tutti :”Warzone e Call of Duty: Warzone sono giochi diversi. Dovresti contattare Activision.”.

La risposta arriva da una frase degli avvocati dove veniva definita la possibile confusione “inconcepibile“. Sembra infatti che Activision porterà senza ripensamenti lo studio indie davanti a una corte, con una vera e propria causa al fine di evitare fraintendimenti fra il suo battle royale e il gioco di Randy Ficker.

Parlando ai microfoni dei colleghi di Polygon, una delle voci di Activision-Blizzard ha dichiarato:

L’imputato ha minacciato la compagnia senza fondamenta. Non violiamo la sua proprietà intellettuale. Stiamo procedendo con questa azione, così la corte potrà rifiutare le sue dichiarazioni frivole e irresponsabili.

Non ci resta per il momento che aspettare e scoprire come questa situazione alquanto controversa si evolverà, vi terremo aggiornati sulle nostre pagine con nuovi dettagli in merito alla questione.

Potete trovare tutta la copertura E3 2021 sul canale Twitch ufficiale di Cyber Mill.

Troverete tutte le news su GameLegends.it e Monkeybit.it

Dettagli del Gioco

ISCRIVITI ALLA NOSTRA

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...