fbpx

FIFA 21: EA promuove le microtransazioni in riviste per bambini, è bufera! [AGGIORNATO]

Secondo quanto emerso nelle ultime ore da Twitter, EA starebbe pubblicizzando le microtransazioni di FIFA 21 in delle riviste per bambini.

  • Home
  • Games
  • News
  • FIFA 21: EA promuove le microtransazioni in riviste per bambini, è bufera! [AGGIORNATO]

Fifa 21 ed Electronic Arts sono nuovamente nell’occhio del ciclone a causa di una controversa pubblicità presente in una rivista per bambini. La campagna promozionale mira a promuovere le microtransazioni presenti all’interno del celebre titolo calcistico, come elemento “essenziale” del gioco. L’annuncio pubblicizza un sistema di lootbox in cui spendere soldi non porta a un premio garantito.

Come si evince dal post condiviso dall’utente Twitter @AllFifaMistakes, l’annuncio è apparso sulla rivista del rivenditore britannico Smyths Toys, “obbligando” i bambini a immergersi nel nuovo FIFA 21, in particolar modo nella modalità FIFA Ultimate Team (FUT), usufruendo delle tanto criticate microtransazioni per costruire la squadra dei propri sogni. Nonostante si tratti di una delle modalità di gioco più apprezzate del celebre titolo calcistico di Electronic Arts, questa è stata denunciata in California, nell’agosto 2020, per promuovere pratiche simili al gioco d’azzardo. È importante notare come le lootbox e le microtransazioni disponibili in-game solo degli elementi accessori, dato che i giocatori possono accedere alla modalità FIFA Ultimate Team senza spendere ulteriore denaro.

EA non è estranea alle critiche riguardanti il ​​suo approccio aggressivo alle microtransazioni, primo fra tutti Star Wars: Battlefront 2. Lo sparatutto in prima persona ambientato nell’universo di Star Wars è stato aspramente condannato dai videogiocatori a causa della microtransazioni e loot boxes presenti all’interno del gioco, vedendolo più come un “pay to win”; ma non è tutto, dato che gli utenti hanno accusato l’azienda che il titolo mirasse a favorire in maniera significativa coloro che acquistava, con soldi reali, nuovi contenuti o personaggi giocabili. In risposta alle ampie critiche mosse dai videogiocatori, EA decise infine di “rivoluzionare” il gioco disabilitando le microtransazioni e modificando la progressione e il sistema economico del titolo. Come si suol dire, il lupo perde il pelo ma non il vizio.

Vi ricordiamo che FIFA 21 uscirà su PC, PS4, Switch e Xbox One il prossimo 9 ottobre 2020. Inoltre, il colosso statunitense ha già confermato che coloro che acquisteranno una copia del gioco per l’attuale generazione videoludica, riceveranno un aggiornamento gratuito che permetterà di giocare al celebre titolo calcistico anche su PlayStation 5, Xbox Series X e Series S.

Aggiornamento: in seguito all’avvenuto, Electronic Arts ha chiarito nello specifico la questione:

Prendiamo molto sul serio le responsabilità che abbiamo quando promuoviamo EA Games in canali visti dai bambini. Nonostante ciò, siamo consapevoli che la pubblicità per i FIFA Points è apparsa in contesti dove non sarebbe dovuta apparire. Abbiamo lavorato diligentemente con Smyths per garantire che questa pubblicità non venga più distribuita nelle copie rimanenti del loro catalogo 2020. Abbiamo anche intrapreso un’immediata revisione di tutti i futuri posizionamenti sui media e stiamo lavorando per garantire che ciascuna delle nostre attività di marketing rifletta meglio la responsabilità che ci assumiamo nei confronti dei nostri giocatori più piccoli.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA

 

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...