fbpx

First Playable Fund chiude, esaurito in poche ore il budget per lo sviluppo

Il First Playable Fund, un incentivo per le imprese di videogiochi italiane, ha chiuso i battenti a poche ore dall'apertura a causa del budget.

  • Home
  • Games
  • News
  • First Playable Fund chiude, esaurito in poche ore il budget per lo sviluppo

A poche ore dalla sua apertura, oggi il First Playable Fund (Fondo per l’Intrattenimento Digitale) è stato chiuso in seguito all’esaurimento del budget a disposizione. La comunicazione è arrivata in seguito al boom di domande ricevute, che hanno portato la rapida chiusura dello sportello.

Il First Playable Fund è un incentivo che favorisce la creazione e pre-produzione dei videogiochi, e ha una dotazione di 4 milioni di euro. Le imprese che possono fare domanda devono avere sede legale in Europa e residenza fiscale in territorio italiano. Questo fondo è stato istituito dall’articolo 38, comma 12, del Decreto Crescita, è promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico ed è gestito da Invitalia.


Le agevolazioni fornite alle imprese dal First Playable Fund consistono in un contributo a fondo perduto che copre il 50% delle spese. Inoltre, in base al regolamento, le agevolazioni fornite non devono superare i 200.000 € nell’arco di tre esercizi finanziari.

Oggi, mercoledì 30 giugno, a partire dalle ore 12.00, si è verificata l’apertura dello sportello, che è stato preso dall’assalto dalle domande delle imprese. La mole di richieste ha fatto sì che i 4 milioni di euro a disposizione terminassero in brevissimo tempo, portando allo stop del funzionamento del fondo.

First Playable Fund

L’Italian Interactive Digital Entertainment Association (IIDEA) ha commentato a riguardo:

Fondo per l’Intrattenimento Digitale: i fondi sono insufficienti per coprire le esigenze del settore, è necessario l’immediato rifinanziamento della misura di sostegno promossa dal MISE (Ministero dello Sviluppo Economico), e gestita da Invitalia, e il potenziamento della dotazione finanziaria.

Non è da escludersi che il First Playable Fund possa riaprire più avanti, in caso venissero resi disponibili nuovi finanziamenti e venisse rimpolpato il budget, per cui a tutte le imprese che non sono riuscite a fare domanda per ottenere le agevolazioni è stato consigliato di controllare periodicamente il sito di Invitalia e quello del Ministero dello Sviluppo.

Se da un lato la grande partecipazione può essere vista come un segnale positivo di interesse per il fondo, dall’altro è stata messa in luce l’inadeguatezza della dotazione finanziaria disponibile per il sostegno dell’industria del videogioco italiana.

Game Legends Stories

ISCRIVITI ALLA NOSTRA

Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...